Economia, Lavoro, IstruzionePrimo PianoTorino

Con UniTo, la cultura del cibo si fa internazionale

TORINO. Corsi universitari tematici nuovi, online, gratuiti, e in lingua inglese sono stati sviluppati dall’Università di Torino nell’ambito del progetto “Eit Food”, e pensati per una formazione a distanza per un vasto numero di persone. Si tratta del “Mooc” (Massive online open course), nato in collaborazione con alcune università europee, quali l’Università di Reading, l’Università di Helsinki, l’Università di Hohenheim, l’Università di Belfast e l’Università di Varsavia, all’interno del quale si trattano i temi: perché fidarci di un cibo; la dieta mediterranea e le altre; cibo e cervello; le nuove fabbriche del cibo; i nuovi cibi.

Unito rappresenta il solo partner accademico italiano della Eit Knowledge & InnovationCommunities “Eit Food”, una delle maggiori iniziative a livello mondiale incentrate sull’innovazione in campo agroalimentare. In collegamento con partners aziendali, accademici, centri e istituti di ricerca di 13 Paesi in Europa, le attività comprendono il supporto a progetti d’innovazione, formazione, comunicazione, e creazione di imprese innovative. 

La piattaforma su cui da ottobre scorso è possibile effettuare l’iscrizione è la Future Learn. Qui si potranno seguire prossimamente i corsi “Farm to Fork: Sustainable Food Production in a Changing Environment – Le nuove fabbriche del cibo” e “Superfoods: myths and truths – I nuovi cibi”, che inizieranno il 14 e il 21 gennaio 2019. 

Info: eitfood@unito.it; tel. 011.6709605/ 9616/ 9620/ 9570

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli correlati

Close