Cultura & SpettacoliTop NewsTorino

Aperte sino a fine aprile le iscrizioni al concorso “Caro Fabrizio, ti racconto di un ricordo”

Resteranno aperte sino a fine aprile le iscrizioni alla nuova edizione del concorso “Caro Fabrizio, ti racconto di un ricordo“, promosso dall’Associazione “Cercando Fabrizio e..”. Il premio è aperto a chiunque voglia esprimere e imprimere su carta un ricordo in forma scritta o illustrata. La data di scadenza, come detto, è il 30 aprile 2021 e farà fede la data dell’e-mail. Il concorso giunto alla settima edizione è intitolato a Fabrizio ed è dedicato a chi lo ha conosciuto e a chi, pur non conoscendolo, ne è diventato amico grazie al racconto e alle testimonianze della sua storia. Per scaricare il bando completo www.fabriziocatalano.it

Fabrizio catalano con mamma e papà

Nei precedenti sei anni di vita del premio letterario sono stati raccolti oltre 1.500 racconti, un numero altissimo di produzioni capace di testimoniare l’affetto che da sempre circonda Fabrizio Catalano e l’importanza che riveste questo appuntamento dal respiro nazionale. Caterina Migliazza, la mamma di Fabrizio, presidente dell’Associazione, è convinta che anche quest’anno, nonostante le difficoltà del momento storico che tutti quanti stanno attraversando per la pandemia di Coronavirus, il numero dei racconti sarà elevato: “In prossimità della chiusura del concorso – spiega – sono certa che ci sarà un’ulteriore impennata di racconti inviati. Ne sono certa perché la primavera, i suoi colori e i suoi profumi, ha la capacità di rievocare in tutti noi ricordi di rinascita, di buon auspicio. E per chi invece ne avesse di brutti, il mio suggerimento è quello di metterli ugualmente per iscritto perché anche questi sono preziosi nella costruzione di un futuro migliore”.

In questi mesi difficili, contrassegnati dal distanziamento e dalle tante disposizioni di sicurezza da rispettare, l’attività dell’Associazione non si è comunque fermata. La presidente Migliazza è stata infatti protagonista di più di un evento come racconta lei stessa: “La scorsa settimana sono riuscita a incontrare nel cortile della parrocchia Madonna dei Poveri di Collegno, grazie al Movimento Rangers, diversi alunni delle scuole elementari e medie. È un appuntamento ormai fisso, a cui tengo molto, perché questi bambini e ragazzi ormai da anni sono protagonisti con i loro racconti del nostro concorso. In quell’occasione abbiamo ovviamente lavorato sul tema dei ricordi ed è stato bellissimo, commovente direi, vedere in tutti loro una gran voglia di condividere con l’altro il loro ricordo più bello. Non vedevano davvero l’ora di poterlo raccontare”

L’incontro avvenuto la scorsa settimana a Collegno

L’Associazione “Cercando Fabrizio e…” sin dalla sua nascita, da quando Fabrizio è sparito ad Assisi, dove frequentava il secondo anno di un corso di musicoterapia, si propone di continuare le ricerche di Fabrizio Catalano, e di tutte le altre persone scomparse. L’associazione sostiene e dà voce ai familiari di chi non si trova più, per contrastare l’oblio e l’indifferenza, per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, al fine di ottenere collaborazione, sostegno, strumenti normativi e operativi adeguati.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button