Torino

Una maratona cinematografica dove protagonista è sempre la musica

TORINO.  Sabato 19 maggio alle ore 17 la sala 3 del  Cinema Massimo ospiterà un altro Soundframe Day. Di cosa si tratta? Di una maratona che punta sul connubio tra cinema e musica. Verranno proiettate tre pellicole dove la musica è protagonista. L’evento, che rientra nel  Seeyousound  International Musica Film Festival,  si pone pertanto come obiettivo quello di proporci tutto ciò che ha a che fare con i pentagrammi e di  parlarci di storie di musicisti e del  loro vissuto. Ad organizzare è il Museo Nazionale del Cinema di Torino in collaborazione con il Music Film Festival in occasione della mostra #Soundframes Cinema e Musica in Mostra in corso alla Mole Antonelliana.

I Soundframes Days sono l’occasione per presentare, a ogni appuntamento, tre film strettamente legati al tema della mostra, la contaminazione tra cinema e musica. Alle 17 verrà proiettato A Gagarin di Olga Darfy (Francia/Russia 2017, 60’). All’inizio degli anni ‘90, al momento del crollo dell’Unione Sovietica, alcuni DJ si buttarono sulla musica techno e iniziarono a usare lsd. Il ritmo di Mosca iniziò a cambiare. La regista Olga Darfy ricorda la città, la sua gioventù e la sua vita a vent’anni.

 

Alle 19 MOVE! Dance your life di Fanny Jean-Noël (Francia 2017, 76’). La danza è presente in tutte le culture umane e questo film lo mostra con grande efficacia. È un viaggio attorno al mondo seguendo i ritmi e i passi più incredibili. Non c’è età, non c’è luogo, non c’è clima che possa impedire la danza. Dai balli tradizionali irlandesi sull’altare di una chiesa, alla troika russa sulla neve, dai ritmi africani dei tamburi fatti con secchi di plastica nel deserto a un mimo giapponese sui binari del treno di notte. Restare immobili sulle poltrone del cinema sarà un’impresa impossibile. La voglia di ballare, muoversi pervade tutto il film con grande intensità.

Alle 21 il documentario Italo Disco Legacy di Pietro Anton (Italia/Germania 2017, 82’).  Si tratta di un documentario realizzato in quattro anni che si pone l’obiettivo di raccontare e tutelare quanto più di intrigante e creativo ci sia stato nell’italo disco. Interviste e filmati d’archivio con tutti i più noti protagonisti dell’epoca, da The Hacker a DJ HellIntergalactic Gary, da Beppe Loda ad Alexander Robotnick. Il film sarà presentato in sala dal regista Pietro Anton.

Alla fine delle proiezioni, alle 22:30 DJ Set a cura di Italo Disco Party I-Robots Dj Set + cocktail offerto da Compagnia dei Caraibi.

Info e biglietti: https://goo.gl/SSK8uc

 

Tags

Maria Antonietta Maviglia

E' laureata al Dams dell'Università degli Studi di Torino, indirizzo teatro, con tesi su Paolo Rossi e le sue storie per un delirio organizzato, realizzata in collaborazione con l'attore. Iscritta all'ordine dei giornalisti pubblicisti di Torino, è amante dell'arte della musica e del teatro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close