EnogastronomiaStorie piemontesiTop News

Eccellenze: quando la grappa di Barolo sposa le erbe alpine della Valle di Susa…

La fulgida storia della Distilleria Erboristeria Alpina di Susa, produttrice di genepy, amari, grappe e liquori al cioccolato, i cui titolari hanno recentemente ottenuto il titolo di “Maestri del Gusto”

SUSA (To). C’è una new entry tra i Maestri del Gusto della Provincia di Torino, onorificenza prestigiosa biennale concessa dalla Camera di Commercio in collaborazione con Slow Food ai produttori di eccellenze del territorio in campo alimentare ed enograstronomico.

Si tratta della Distilleria Erboristica Alpina (Dealp) con sede a Susa. Questa azienda valsusina, nella veste attuale, vanta un’esperienza di quasi mezzo secolo. In realtà affonda le sue origini in epoca ben più lontana, tra fine Ottocento e inizio Novecento, perché se è vero che la Dealp è stata ufficialmente fondata nel 1977, in realtà essa è nata dalla fusione di ben quattro preesistenti storici liquorifici del territorio, ognuno con una consolidata storia di esperienza e di successi. Uno di questi, ad esempio, era il liquorificio Camoirano, fondato nel 1884.

Nel 2021 è dunque finalmente arrivato il prestigioso riconoscimento agli attuali titolari, Maurizio Zara e Alberto Fissore, che sorridono orgogliosi mostrando il meritato diploma.

“Il nostro prodotto di punta – conferma Maurizio Zara ‒ resta il Genepy Granger, ottenuto per infusione da piante di artemisia, che è stato inserito nel paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino”.

Il Genepy è forse il liquore più tipico delle valli torinesi. Il botanico torinese Carlo Allioni nel suo Rariorum Pedemontii Stirpium, pubblicato nel 1755, già decantava le virtù di questo tipico liquore aromatico.

“Il metodo di preparazione – prosegue Fissore ‒ è sempre lo stesso, da secoli: le piantine si pongono all’interno di una soluzione idroalcolica in contenitori di acciaio inox, dove vengono  lasciate in infusione per 40-50 giorni. L’infuso ottenuto viene poi torchiato e aggiunto ad una miscela di acqua e zucchero, per ottenere il giusto equilibrio tra erba, alcool e zucchero”.

La Distilleria Erboristica Alpina di Susa conserva una rara collezione di alambicchi ed attrezzi in rame utilizzati tradizionalmente per la produzione di liquori: sono la testimonianza di antichi metodi di lavorazione, affinati certo nel tempo, ma che da sempre ispirano l’attività dell’azienda.

“Nelle nostre produzioni seguiamo le tradizionali ricette della tradizione, privilegiando l’uso di ingredienti naturali e materie prime della nostra valle, ricercando nello stesso tempo nuovi prodotti, ‘giocando’ a miscelare i profumi e i sapori delle nostre erbe, spezie o frutti.

Maurizio Zara, contitolare della Distilleria Erboristica Alpina (Dealp) di Susa.
Foto scattata da Dario Bragaglia (Fonte: www.distilleriaalpina.it)

Per i più esigenti, c’è il Genepy Chaberton nella versione ‘barricato’, cioè affinato in barriques di rovere che in precedenza hanno contenuto grappa di barolo. Ma la Dealp non è solo sinonimo di Genepy d’eccellenza. Tra le altre specialità, qui si producono il Sassolino, il Grigioverde, il Gianduiotto, il Bombardino, l’Arquebuse e diversi Amari di erbe, affinati e invecchiati in botti di rovere. E non possiamo dimenticare il Turin Chocolat, liquore cremoso a base di cacao, latte e tuorlo d’uovo, arricchito con infusi di spezie: da consumarsi puro, oppure sciolto su gelati, torte e biscotti, o anche nel caffè o nelle macedonie di frutta.

E per finire (ma ci sarebbe molto altro da dire!) citiamo il “Baròt”, un amaro leggero (30°) prodotto con grappa stravecchia di Barolo ed erbe aromatiche. Quando la grappa incontra le erbe, il connubio è davvero perfetto.

Se volete fare un salto sul posto, la Distilleria Erboristica Alpina di Susa vi accoglierà nel suo fornitissimo show-room allestito nello stabilimento alla porte di Susa, Frazione Traduerivi, in Via dell’Artigianato 10. Ne vale davvero la pena.

Per ulteriori informazioni: Distilleria Erboristica Alpina, via dell’Artigianato 10, 10059 Susa- tel. 0122.31909 – email: info@distilleriaalpina.it

Sergio Donna

Advertisement

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. Appassionato di storia e cultura del Piemonte, ha pubblicato, in collaborazione con altri studiosi e giornalisti del territorio, le monografie "Torèt, le fontanelle verdi di Torino", "Portoni torinesi", "Chiese, Campanili & Campane di Torino" e "Giardini di Torino". Come giornalista, collabora con la rivista "Torino Storia". Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo per Monginevro Cultura le edizioni annuali dell'“Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Back to top button