EnogastronomiaTop News

Protagonista indiscussa della cucina autunnale: la zucca

È inevitabile non collegare la parola zucca alla festa di Halloween o ancora di più alla fatidica domanda della notte del 31 ottobre: “Dolcetto o scherzetto?”. Da ormai un po’ di tempo, la zucca è diventata anche per noi, non-anglosassoni, la verdura protagonista di Halloween. Tuttavia, in epoca di lontana globalizzazione, la zucca era una delle basi, da cui partire per la preparazione di piatti tipicamente autunnali in Piemonte. Infatti, si riesce a conservare a lungo e mantiene un buono stato per un periodo più che discreto. Il suo colore arancione porta allegria, diventando una buona alleata contro le giornate grigie tipiche dei mesi di ottobre e novembre.

Grazie alle sue numerose proprietà e alla sua versatilità in cucina, la zucca diventa in questo periodo l’attrice principale nelle nostre cucine, regalandoci piatti, che fanno invidia anche ai più raffinati ristoranti stellati. Esploriamo meglio alcune caratteristiche di questo ortaggio così colorato!

Le varietà di zucche più gettonate

Zucca di Piozzo. Varietà casalinga per i piemontesi, la Zucca di Piozzo ha una particolarità: appartiene, botanicamente parlando, alla varietà delle cosiddette “zucche giganti”, ovvero la specie Cucurbita maxima. Malgrado questo curioso titolo, la zucca è molto piccola. La polpa pesa intorno ai 350-400 g circa, tanto che può essere considerata una pratica mono-dose per risotti. Ecco quindi spiegata la sua definizione come “Zucca da riso”! La consistenza della polpa fa sì che durante la cottura diventi cremosa, quindi ottimale nei soffritti, ma anche nell’impasto per fare gli gnocchi. Il suo sapore è molto delicato, tendente al dolce.

Zucca mantovana. È una delle varietà più comuni; la sua buccia è spessa e rugosa, la polpa ha un colore giallo vivace, tendente all’arancione, la consistenza è compatta e il sapore dolce. Ideale da utilizzare al forno, per fare le marmellate, come ingrediente negli gnocchi o ancora per il ripieno dei famosi tortelli.

Zucca moscata. Anche questa varietà è molto consumata, proprio per le caratteristiche della polpa, molto pregiata, ideale per vellutate e risotti. La buccia è liscia, dal colore senape-ocra e gli spicchi sono ben visibili.

Zucca americana. Non si poteva non citarla, anche se non si può definire “a km zero”, ma entra di diritto tra le zucche più gettonate, proprio perché è la famosa zucca che rende terrificante la notte di Halloween! Brrrr!

Sagre ed eventi piemontesi dedicati alla zucca

Dal 27 al 29 settembre a Piea, nell’Astigiano, si è tenuta la tradizionale kermesse dedicata alla zucca, una delle poche che può fregiarsi del titolo di Fiera nazionale.

Nello scorso weekend (19-20 ottobre) a Santa Maria Maggiore (Vb) si è tenuta la Sagra Fuori di Zucca, kermesse ricca di appuntamenti per celebrare la bontà dei piatti tipici autunnali, tra cui quelli a base di zucca.

Ieri, domenica 20 ottobre dalle ore 10 alle ore 23 a Brandizzo (To) si è svolta la Sagra della Zucca di Brandizzo, arrivata alla 22esima edizione, dove si sono potuti gustare tortelli, torte, biscotti e ricette tradizionali dolci e salate.

La Sagra della Zucca ad Omegna

Da venerdì 25 a domenica 27 ottobre a Omegna (Vb) si svolge la Sagra della Zucca di Omegna, dove si potranno visitare i mercatini e gli stand gastronomici con esposizione e vendita di prodotti a base di zucca.

Da sabato 26 a domenica 27 ottobre a Cameri (NO) si svolge la Sagra dei Sapori, un fine settimana dedicato ai piatti della cucina piemontese dedicati alla zucca, come il risotto giallo, la pasta alla zucca e altre buonissime portate autunnali.

Le proprietà della zucca

La zucca è un alimento a basso contenuto calorico (solamente 18 kcal per 100 g), ma ricco di nutrienti. Come tutti gli ortaggi dal colore arancione, ha un alto contenuto di caroteni, sostanze utilizzate dall’organismo per la produzione di vitamina A, dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Inoltre, la zucca contiene anche molto minerali, come il calcio, il potassio, il sodio, la vitamina E, e ancora fibre e aminoacidi. Le sue proprietà diuretiche e calmanti fan sì che diventi un “must-eat” dell’autunno.

La ricetta: zucca al forno con pinoli

La zucca al forno con pinoli è un contorno sfizioso e leggero, adatto per accompagnare ogni tipo di pietanza: un secondo di carne, di pesce, ma anche un piatto vegetariano o una frittata. La zucca al forno con pinoli si prepara molto semplicemente ed è buona sia calda che fredda

Ingredienti (per 4 persone)

  • 400 g di zucca pesata con la buccia
  • 20 g di pinoli
  • Un pizzico di sale
  • Peperoncino secco tritato qb
  • Un filo di olio extravergine di oliva
  • Un ciuffetto di prezzemolo
  • Un rametto di rosmarino

Preparazione. Per preparare la zucca al forno con pinoli iniziate eliminando la buccia della zucca. Tagliatela quindi a fette di circa mezzo centimetro. Disponete le fette di zucca una accanto all’altra, su una teglia rivestita di carta da forno. Salatele e irroratele con un filo di olio. Conditele con il peperoncino tritato e guarnitele con i pinoli. Cuocete la zucca nel forno già caldo a 200° (statico) per 15-20 minuti, quindi accendete il grill alla massima potenza per farla dorare leggermente. Quando i bordi inizieranno a scurirsi estraetela dal forno e guarnitela con il rosmarino e il prezzemolo tritati. Servite la zucca al forno con pinoli calda ma non bollente, oppure fredda.

Advertisement

Chiara Parella

Classe ’87, torinese di nascita, ma astigiana di adozione, dopo una formazione classica, si è laureata in scienze e tecnologie agroalimentari presso l’Università degli Studi di Torino. Si occupa di marketing e comunicazione e scrive per alcuni blog di settore. Amante da sempre della letteratura latina e della cultura in generale, è autrice del libro “La figlia sfuggente”, il suo esordio letterario (Letteratura Alternativa Edizioni, 2020).

Articoli correlati

Back to top button