BiellaEnogastronomiaTop News

Involtini di paletta con mela e Maccagno: una ricetta per riscoprire i sapori biellesi

Il bel paese, si sa, è un crocevia di tradizioni culinarie da non credersi; centinaia di popoli, nella sua lunga storia, hanno vissuto e tramandato la loro idea “del buon mangiare” e il loro rapporto col cibo, rendendo la nostra penisola un agglomerato di tradizioni e ricette anche molto lontane tra loro; ogni regione ha le proprie tradizioni, i propri piatti delle feste e le ricette tramandate di genitore in figlio; lo stesso, in Piemonte, si può dire per Biella. Agnolotti conditi con erbette aromatiche, insieme alla variante del plin, con ripieno di vitello e di maiale, gli amaretti piemontesi e la zuppa con aglio, olio e acciughe, per non parlare dei dolci, dai nocciolini di Chivasso ai Krumiri: la nostra regione è ricca di ricette che ne hanno accompagnato il crescere e lo stabilirsi a quella forma che noi oggi conosciamo.

E la polenta concia, tipicamente a base di farina e formaggi biellesi, così come i canestrelli, non sono da meno; oggi, però, piuttosto che di queste blasonate ricette, vogliamo parlare di un altro piatto, sempre biellese, forse meno conosciuto, ma che saprà sorprendervi per l’eccentrica unione dei suoi sapori, difficilmente dimenticabile: gli involtini di mela biellesi. E perché no, magari un piatto per accompagnare il progetto di una visita alla bella città dell’Oropa, del Cervo e dell’Elvo.

Ingredienti

  • Fette di paletta cruda biellese: 8.
  • Mele ranette: 2.
  • Formaggio Macagn: 100g.
  • Nocciole tostate 150g.
  • Curry: 8 germogli.
  • Pangrattato: 100g.
  • Formaggio grattugiato: 150g.
  • Uova grandi: 1.
  • Olio E.V.O.: q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione

Facile e veloce, la ricetta degli involtini di mela biellesi non vi richiederà che poco più di una quindicina di minuti per essere fumante e pronta sulla vostra tavola; è importante, però, per una corretta realizzazione, trovare ingredienti assolutamente freschi, dalle mele alla carne, così da assicurarsi un risultato all’altezza delle aspettative!

Il primo passo nella preparazione dei nostri involtini di mela parte, com’è ovvio, da uno dei nostri ingredienti principali: le mele. Laviamole sotto abbondante acqua corrente e, dopo averle asciugate con un foglio di carta assorbente, sbucciamole e, muniti di coltello dalla lama larga, tagliamole in quattro, eliminando il torsolo.

Bene: a questo punto, passiamo i nostri spicchi di mela nelle nocciole tritate, avvolgiamole in una fetta di Macagn e in una di paletta (salume tipico di Coggiola ricavato dalla scapola di suino italiano maturo); fermiamo ogni singolo rotolo con uno stuzzicadenti e passiamoli poi nell’uovo sbattuto con un pizzico di sale, poi nel pangrattato opportunamente mischiato al parmigiano.

Perfetto: è tempo di cuocere il tutto! In un tegame antiaderente, scaldiamo un filo d’olio e, passati due o tre minuti, facciamoci rosolare i nostri involtini. Passati tre minuti, i nostri involtini di mela alla biellese saranno pronti: serviamoli caldi ai nostri ospiti e… buon appetito!

Advertisement

Mirco Spadaro

Classe '98, rivolese di nascita, frequenta il corso di Lettere Antiche a Torino, sotto il simbolo della città. Tra viaggi e libri, è innamorato della tecnologia e della scrittura e cerca, tra articoli e post su siti e giornali online, di congiungere queste due passioni, ora nella sua "carriera" come scrittore, ora con il "popolo di internet".

Articoli correlati

Back to top button