EnogastronomiaTempo libero

Il 23 marzo a Torino si ricorda Ugo Tognazzi con una cena evento

Il 23 marzo si terrà a Torino una cena evento dedicata a Ugo Tognazzi. A organizzarla l’istrionico chef e patron del ristorante Dù Cesari di corso Regina Margherita 252, Danilo Pelliccia, che ha voluto celebrare anche sotto la Mole il centenario della nascita del grande attore.

Ad accompagnarlo, in una cena a quattro mani, ci sarà Alessandro Uccheddu lo chef di Combo, locale scelto per ospitare l’evento. L’appuntamento è per le ore 20 quando, all’interno di questo spazio che è ristorante, ma anche bar, luogo d’arte, di musica e di convivialità, il giornalista romano Marco Lombardi darà il via alla serata intessendo un dialogo tra aneddoti cinematografici e piatti tradizionali della cucina romana.

Il menù (90 euro bevande incluse) ideato dai due chef, torinesi d’adozione, è infatti un omaggio alle ricette che Ugo Tognazzi amava realizzare per i suoi amici. Ecco una breve descrizione delle portate proposte: Lingua salmistrata in agrodolce; Disco di melanzane; Risotto Fuxia; Quaglia ripiena alla vignaiola; Torta di mele; Babà con gelato di Lamponi al peperoncino e cioccolato. La cena sarà allietata dai vini de La Tognazza, prodotti a Velletri nel Lazio dal figlio dell’attore, Gianmarco Tognazzi, proprio all’interno della storica casa di famiglia.

“Pur essendo nato in Lombardia, Ugo Tognazzi ha sempre avuto un legame speciale con Roma e con la sua cultura, anche gastronomica. Il grande attore cremonese amava cucinare e già in passato – spiega Danilo Pelliccia – ho reinterpretato dei piatti e delle ricette che lui aveva realizzato e raccolto in alcuni libri. L’omaggio nel centenario della sua nascita mi sembrava d’obbligo anche a Torino perché questa è la città che ha accolto me e la mia cucina, ma anche perché con Gianmarco Tognazzi ci lega un rapporto di amicizia profondo e possiamo dire che il mio ristorante e i suoi vini siano cresciuti parallelamente”.

I piatti della serata del 23 marzo sono ispirati a ricette elaborate da Ugo Tognazzi e raccolte nel suo libro La mia Cucina edito da Sugarco nel 1983. Nel volume, che il figlio dell’attore ha regalato a Pelliccia “Al mio Brother Danilo, sicuro che ti farai ispirare e saprai sapientemente reinterpretare Ugo come sai fare tu!” ci sono dunque i piatti rivisitati per la serata: Lingua salmistrata in agrodolce; Disco di melanzane; Farfalle fuxia; Quaglie alla vignaiola; Torta di mele rovesciata; Babà al kiwy.

“Ovviamente abbiamo modificato alcuni ingredienti – spiegano Pelliccia e Uccheddu – cercando di rendere le ricette più attuali. Per esempio la lingua è stata messa a macerare nell’aceto di lamponi, mentre nel Disco di melanzane usiamo la mozzarella di bufala disidratata e le acciughe del Cantabrico al posto di burro e parmigiano. Il primo piatto – proseguono gli chef – è stato sostituito dal riso perché, secondo noi, si sposa meglio con il sugo di barbabietola e abbiamo aggiunto la riduzione di pecorino, mentre per il Babà abbiamo sostituito il kiwy con il cioccolato a scaglie e il gelato con lamponi e peperoncino”.

Combo si trova in corso Regina Margherita 128. Info e prenotazioni al numero 011.0888210.

Advertisement

Paolo Barosso

Giornalista pubblicista, laureato in giurisprudenza, si occupa da anni di uffici stampa legati al settore culturale e all’ambito dell’enogastronomia. Collabora e ha collaborato, scrivendo di curiosità storiche e culturali legate al Piemonte, con testate e siti internet tra cui piemontenews.it, torinocuriosa.it e Il Torinese, oltre che con il mensile cartaceo “Panorami”. Sul blog kiteinnepal cura una rubrica dedicata al Piemonte che viene tradotta in lingua piemontese ed è tra i promotori del progetto piemonteis.org.

Articoli correlati

Back to top button