Storie piemontesiTop News

Da Torino alla Pampa Gringa in veste di Ambasciatori della cultura piemontese

Firmato l’accordo tra la FAPA (Federacion Asociaciones Piemontesas Argentinas) e Piemonte Cultura: il Gruppo di Danze Popolari “IJ Danseur dël Pilon” raggiungerà a Novembre la Pampa Gringa per un tour di esibizioni di musica, balli e teatro in lingua piemontese

Tutto è partito da una serie di contatti virtuali con gli amici Piemontesi d’Argentina: questi primi approcci sono stati fondamentali ed essenziali  per impostare i preliminari di un progetto che è finalmente divenuto realtà. Il 28 Gennaio 2022, è stato suggellato l’accordo per uno Scambio Culturale tra il Piemonte e la Comunità Piemontese Argentina, tra la FAPA (Federacion Asociaciones Piemontesas Argentinas) da un lato e l’Associazione Piemonte Cultura APS di Torino (Associazione di Promozione Sociale e Volontariato Culturale) dall’altro, che si son fatte portavoce degli aneliti di collaborazione tra le comunità piemontesi al di qua e al di là dell’Oceano. Firmatari dell’accordo sono stati il cav. Edelvio José Sandrone, di Rafaela (Santa Fe, Argentina) presidente della FAPA, e Bruno Donna, di Torino (Piemonte, Italia), presidente di Piemonte Cultura.

Il legame che unisce i discendenti (da due, tre, quattro generazioni e anche più) della Comunità Piemontese d’Argentina con il Piemonte e le lontane radici subalpine dei suoi appartenenti è strenuo e indelebile, né tende nel tempo ad indebolirsi. Anzi. Sono proprio loro, i Piemontesi d’Argentina, che si prodigano per intrecciare legami, allargandoli e  consolidandoli con i Piemontesi al di qua delle Alpi. Un istintivo bisogno di ricerca, di conoscenza, per rafforzare i ricordi e consolidare quel senso di appartenenza a una cultura mai dimenticata e sempre tenuta viva, con una costanza e una perseveranza che noi Piemontesi del Piemonte non possiamo nemmeno immaginare.

Una mappa dell’Argentina

In tal senso, i social (Facebook, Twitter, Messanger, Whatsapp, ecc.) si sono rivelati degli strumenti efficaci e potenti per cucire e rinsaldare i rapporti e gli scambi culturali tra interlocutori geograficamente lontani ma sentimentalmente vicini, vicinissimi.

Da cosa è nata cosa (come ad esempio, la diffusione dell’Armanach Piemontèis di Monginevro Cultura nella Pampa Gringa, oppure la possibilità di fruire, a Córdoba come a Santa Fe, di filmati di danze popolari piemontesi, di ascoltare vocali con canzoni tradizionali o declamazioni di poesie in lingua piemontese dalla viva voce di poeti piemontesi contemporanei, ecc.). E così, partendo da una serie di timidi ma amichevoli messaggi su Facebook o su Whatsapp si è via via allargata la rete di conoscenze e di contatti ed è nata  – spontanea – l’idea (o meglio il desiderio) di incontrarsi, prima o poi, de visu, per accorciare le distanze geografiche tra i protagonisti di un lungo e sempre più affettuoso dialogo.

Così si esprime Bruno Donna, presidente di Piemonte Cultura, uno dei fautori di questo progetto: “L’idea di diventare ambasciatori, cioè messaggeri, della Cultura del Piemonte a Buenos Aires e nella Pampa Gringa è stata via via approfondita, coccolata, sviluppata, perfezionata… L’autorevolezza e la credibilità di una Associazione come Piemonte Cultura è stata determinante nel dare concretamente il via a questo progetto culturale che ci vedrà accomunati in un nobile scopo: alimentare e cementare il forte legame che i Piemontesi d’Argentina hanno mantenuto con le lontane radici, continuando a tener viva la lingua dei loro padri, la loro cultura, le danze popolari e tradizionali, la letteratura, i proverbi, i modi di dire, ecc.”

Questo progetto culturale sarà in primis divertimento e scambio, ma rappresenterà anche una missione etica, per tenere alto il prestigio della cultura del Piemonte e il suo drapò in ogni parte del mondo.

Continua Bruno Donna: “Il nostro gruppo di danze popolari e tradizionali piemontesi e occitane, Ij Danseur dël Piemont, porterà laggiù suoni, coreografie, gioia e aggregazione; ma non mancheranno momenti di approfondimento culturale della lingua piemontese e della sua ricchezza letteraria, in cui saranno coinvolti i nostri fratelli d’Argentina: con noi ci sarà Sergio Donna, cultore di lingua e letteratura piemontese, che curerà la parte letteraria-linguistica di questo scambio culturale. Niente di cattedratico, naturalmente. Ma l’opportunità di dialogare come in famiglia nell’antica lingua madre subalpina in allegria e spensieratezza”.

Il gruppo di “ambasciatori” di Piemonte Cultura raggiungerà Buenos Aires con un volo in partenza da Caselle il 1° Novembre 2022. Dopo un incontro con le Comunità Piemontesi della capitale e di La Plata, il 5 Novembre raggiungerà Córdoba. Con la guida di Alejandra Gaido, una delle piemontesi d’Argentina “pì angagià” (più coinvolta) in questo progetto, Ij Danseur dël Pilon inizieranno il tour della Pampa Gringa, accolti dalle varie Familias Piemontesas delle varie città e cittadine del territorio. Sono previste tappe a San Jorge, a Monteros, a Rafaela, San Francisco e Santa Fe. Il Gruppo rientrerà a Torino, via Madrid, con un volo che atterrerà a Caselle il 16 Novembre 2022. Si tratta di uno Scambio Culturale, e non mancherà certo – per par condicio – l’occasione per accogliere in futuro a Torino una rappresentanza dei Piemontesi d’Argentina. Questo viaggio nella Pampa Gringa è solo il primo atto di un progetto che avrà un seguito di molte intriganti puntate. Per fortuna non si tratta di una fiction, ma un avvincente reality.

Una foto del Gruppo di Danze Popolari Piemontesi e Occitane “IJ DANSEUR DËL PILON”
Advertisement

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. Appassionato di storia e cultura del Piemonte, ha pubblicato, in collaborazione con altri studiosi e giornalisti del territorio, le monografie "Torèt, le fontanelle verdi di Torino", "Portoni torinesi", "Chiese, Campanili & Campane di Torino" e "Giardini di Torino". Come giornalista, collabora con la rivista "Torino Storia". Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo per Monginevro Cultura le edizioni annuali dell'“Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Back to top button