EnogastronomiaTop News

Cinque marmellate da provare nei mesi estivi

In Italia sono numerose le famiglie che hanno la passione per le confetture e le marmellate, per diversi motivi. Per prima cosa ricordano un po’ la spensieratezza e la dolcezza dell’infanzia, e in secondo luogo sono pure divertenti da preparare in casa. Si tratta di una passione che viene confermata anche dai numeri, considerando che il mercato delle confetture rimane sempre stabile e non conosce crisi.

Stando alle ultime rilevazioni, questo settore nella Penisola vale all’incirca 300 milioni di euro, mentre a livello di tendenze iniziano a farsi sempre più strada le specialità. In sintesi, gli italiani non hanno soltanto voglia di marmellate, ma anche di cambiamento a tavola. Vediamo quindi 5 gustose confetture da provare nei mesi estivi e alcuni consigli utili.

Le migliori confetture da provare a casa

Fra le migliori marmellate da fare a casa troviamo ad esempio quella di more, che diventa una delle opzioni più gustose in estate, perché è fresca e sazia parecchio. Anche la marmellata di agrumi è una ricetta molto classica. Se si vuole variare e provare nuovi sapori, le clementine dei Fratelli Orsero ad esempio garantiscono un pieno ideale di Vitamina C e hanno una polpa molto rinfrescante, ideale nei mesi più caldi.  Si parla di un agrume che è una via di mezzo fra un arancio amaro e un mandarino, e che in certe regioni dello Stivale è noto – appunto – come “mandarancio”.

Le opzioni continuano, con un’altra ricetta molto appetitosa e tipicamente estiva, ovvero la marmellata di fichi. Ci sono poi altre due opzioni che meritano di essere incluse nella lista, come la tradizionale confettura di albicocche e una soluzione particolare come la marmellata di zenzero e pere.

Come fare una confettura home made

Innanzitutto, si comincia da uno dei passi più importanti: per ottenere una confettura di livello, bisogna scegliere della frutta molto matura e ovviamente fresca. La regola, infatti, dice che la frutta non dovrebbe superare le 12 ore dalla raccolta. Occhio ai dosaggi, perché le preparazioni dolci come le marmellate sono una vera e propria scienza, che richiede misure attente e che concede zero margini di errore.

È un consiglio che vale quando si parla sia dello zucchero, sia degli addensanti. Infine, è d’obbligo usare dei barattoli precedentemente sterilizzati, e dotati di chiusura ermetica.

Gli errori da evitare durante le preparazioni

La cucina non lascia spazio per chi parte allo sbaraglio, quindi serve sempre avere le idee chiare sulle ricette, e la giusta attrezzatura a disposizione. In secondo luogo, spesso si commette un errore banale, ovvero sottovalutare la funzione dell’addensante e di opzioni come la pectina naturale, che ha un ruolo centrale nella preparazione delle marmellate. Anche la cottura è uno step frequentemente soggetto ad errori, come la caramellizzazione degli zuccheri dovuta alla reazione di Maillard e al fuoco troppo alto.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close