CuneoEventi, Sport & Tempo Libero

Trenta giovani italiani e francesi in carovana da Cuneo a Nizza a dorso di mulo

CUNEO. Trenta giovani tra i 18 e i 35 anni, 15 italiani e 15 francesi, partiranno lunedì 2 luglio dal municipio di Cuneo per arrivare il 10 luglio a Nizza con la carovana di Terract – Gli Attori della Terra, un progetto che, usando come metodologia il teatro sociale, mira alla valorizzazione del patrimonio culturale, naturale e paesaggistico dell’area alpina tra Italia e Francia, nello specifico tra Cuneo e Nizza.

Il progetto rientra nel Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2014-2020 e prende vita dalla collaborazione di Social Community Theatre Centre – Corep di Torino (capofila) con la Compagnia Il Melarancio di Cuneo e il Théâtre National de Nice. Nel suo complesso Terract prevede la formazione di operatori turistici con un corso gratuito di formazione per ragazzi dai 18 ai 35 anni che acquisiranno competenze di progettazione culturale e l’organizzazione di 2 grandi eventi teatrali estivi nel 2019 e 2020 che coinvolgeranno attivamente le comunità locali e saranno incentrati sulla storia, le tradizioni e la valorizzazione degli spazi della regione.

I giovani percorreranno il tragitto a piedi lungo i sentieri delle Alpi Marittime, accompagnati da asini e muli. Ogni sera, nei luoghi toccati dal “cammino degli artisti”, ci saranno momenti di festa per stare insieme, scambiarsi racconti e raccogliere storie locali, ascoltare musica o assistere a piccoli stralci di performance teatrali.

“Terract – Gli attori della terra” è uno dei progetti vincitori del bando Interreg Alcotra 2014-2020. Il progetto intende valorizzare il patrimonio culturale, naturale e paesaggistico dell’area alpina tra Italia e Francia usando, come metodologia, il teatro sociale.

Tags

Piero Abrate

Giornalista professionista, è direttore responsabile di Piemonte Top News. In passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. E’ stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close