Eventi, Sport & Tempo LiberoTop NewsTorino

Si scaldano i motori al 34° Rally Città di Torino: si corre sabato

PIANEZZA. Sono 114 gli equipaggi che dal primo pomeriggio di domani (venerdì 6) si daranno appuntamento nel quartier generale della Rt Motorevent istallato nell’elegante cornice di Villa Leumann a Pianezza. E’ pronta a scattare l’edizione 2019 del Rally Città di Torino, competizione motoristica che dallo scorso anno ha spostato i suoi orizzonti logistici nella bella cittadina dell’hinterland. Un successo che ha inevitabilmente ha finito per coinvolgere altri comuni limitrofi che hanno dato la loro disponibilità a collaborare logisticamente. E’ il caso di Givoletto dove si svolgeranno le verifiche e verrà allestito il Parco Assistenza.

La competizione sarà valida per la Coppa Italia Rally Aci Sport di Prima zona e del Michelin Cup 2019. Sono molte le iniziative collaterali che accompagneranno la due giorni motoristica. In modo particolare a Pianezza, dove si stanno preparando alla cerimonia di partenza di domani sera, nell’elegante cornice di Villa Leumann, con tanto di apericena riservato ai concorrenti. Ma ci sarà spazio anche per la bellezza con l’elezione di Miss Pianezza e Miss Rally Città di Torino. Fra le novità di questa edizione c’è anche l’assegnazione del trofeo Valli di Lanzo che andrà a tutti i vincitori delle classi costituite.

Molti i protagonisti annunciati. Si parla ormai da giorni dei vari Araldo, vincitore lo scorso anno, ma anche di Gagliasso, Chentre, ormai consolidati attori protagonisti del rallismo nostrano. Ma non saranno i soli ad accendere l’entusiasmo già dalle prime ore di sabato mattina quando si accenderà il semaforo verde allo start della prova del Lys, 15 chilometri che partono da Bivio Favella seguiti immediatamente dopo dal parziale di Mezzenile (sette chilometri e mezzo) prima della prima pausa per il riordino a Viù e il parco assistenza a Givoletto. Si proseguirà in Val di Lanzo con l’ormai classica “Monastero” lunga quindici chilometri seguita dalla ripetizione identica della Mezzenile. L’ultimo giro preceduto da riordino e assistenza porterà i concorrenti al Lys e dopo un breve rifornimento previsto a Lanzo si andrà a Monastero per chiudere con la Mezzenile. Il passaggio a Viù sarà l’occasione per la consegna del trofeo “Valli di Lanzo” a tutti i vincitori delle classi costituite. L’arrivo finale a Pianezza alle 19.28 di sabato.

Araldo vincitore nel 2018 del Rally Città di Torino

Araldo, Chentre e Gagliasso, quast’ultimo all’esordio sulla Wolkswagen Polo, sono stati i nomi più gettonati della vigilia ma l’elenco iscritti del “Torino” 2019 ingolosisce gli appassionati. Sfiorano la ventina  le vetture della classe R5 al via fra i quali oltre ai torinesi Giorgioni, Sala, Gulfi, Beltramo Godino e Gramendola i canavesani Grosso e Tavelli il cuneese Bernardi e il verbano Pelfini troviamo anche il lombardo Damiano De Tommaso campione Italiano Junior nel 2018 e il teramese “Dedo” veloce pilota istruttore impegnato in questa stagione nel campionato rally spagnolo. Da citare fra le Super 2000 la presenza del savonese Aragno terzo assoluto lo scorso anni e dei locali  Cornaglia e Bausano. Marenco e Tessa saranno invece gli osservati speciali fra le Super 1.6. Sfida in K10 fra Petracca e Trolese.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button