AstiCronache & Attualità

Scoperta una casa d’appuntamenti, nei guai anche un astigiano di 36 anni

ASTI. La polizia di Asti, in collaborazione con la Procura, ha scoperto in via Pilone una casa d’appuntamenti dove due ragazze cinesi si prostituivano. G. R., astigiano di 36 anni e S. Y., cittadina di origini cinesi di 46 anni, sono stati indagati per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Dagli accertamenti effettuati dagli agenti, le tariffe per le prestazioni sessuali variavano dai 30 a 50 euro e gli incassi arrivavano fino a 1500 euro a settimana.

L’alloggio era stato segnalato dai vicini per il continuo via vai di persone, di giorno e di notte. La casa d’appuntamenti pubblicizzava le sue prestazioni sessuali, da 30 a 50 euro, su internet e su un giornale locale con tanto di numero di telefono per effettuare le prenotazioni. Gli annunci pubblicitari, promettevano ragazze belle, more, magre e ventenni.  All’interno sono stati trovati oltre 200 profilattici e altro materiale per le prestazioni fornite.

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close