Cultura & SpettacoliΩ Primo Piano

Salone del Libro di Montagna sabato 22 e domenica 23 luglio a Frabosa Sottana

FRABOSA SOTTANA. Variegato, ricco e coinvolgente. Il programma della 9a edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana in programma sabato 22 e domenica 23 luglio presso la Sala Convegni dell’ex Confraternita di Frabosa Sottana, in provincia di Cuneo. Molti gli eventi in calendario, tutti a ingresso libero, avranno come protagonisti nomi di spicco del mondo della cultura, della società, dell’economia, dell’arte e dell’informazione.

Ad aprire la rassegna, sabato 22 luglio, alle ore 10,30, al termine della cerimonia di inaugurazione che si svolgerà alla presenza delle le massime autorità del territorio, sarà il Convegno promosso in collaborazione col Comizio Agrario di Mondovì dal titolo La castanicoltura in provincia Granda tra passato, presente e futuro. Le proprietà nutrizionali della castagna. Le varietà antiche della castagna nelle nostre valli. Relatori del convegno saranno Attilio Iannello, direttore del Comizio Agrario di Mondovì, Silvio Matteo Borsarelli, nutrizionista e Marco Bozzolo, castanicoltore, Comunità dei Custodi dei castagneti delle Alpi Liguri. 

Ricca di personaggi di primo piano si preannuncia anche la parte del programma riservata alle presentazioni letterarie. Saranno nove i libri che verranno presentati direttamente dagli autori. Ad aprire la rassegna dedicata ai libri sarà anche quest’anno la scrittrice Claudia Vignolo. Presente lo scorso anno al Salone con “Il cadavere nel Tanaro”, la Vignolo porterà sabato 22, alle ore 15, all’attenzione del pubblico, il suo “Scia di Sangue”. In questo nuovo libro l’autrice rimane fedele al genere “noir” e ci fa immergere in una storia di delitti apparentemente irrisolvibili. A seguire, Giancarlo Montaldo proporrà il suo “Ricettario familiare sulle colline di Langa”, un viaggio attraverso i piatti e le ricette di famiglia. Tornano i ricordi, le immagini e le consuetudini di una cucina che dà valore al tempo. Sempre sabato, alle ore 17, sarà la volta di Roberto Moriani che presenterà “Alle Sorgenti del Tanaro tra storia e leggenda”, libro che spiega e documenta la storia delle terre di confine alle sorgenti del Tanaro nel cuore delle Alpi Liguri. Alle 18, sarà la volta di Giorgio Ferraris, maestro elementare in pensione, sindaco di Ormea, dove è nato nel 1952: proporrà il suo ultimo lavoro “Le ultime tradotte per la Russia”, libro che ricostruisce la storia dei due Battaglioni Complementi della Divisione Alpina Cuneense, che formavano il 104° Reggimento Alpino di Marcia, fra il dicembre 1942 e il gennaio 1943. A concludere la prima giornata del Salone, alle ore 21, sarà un altro scrittore di grande richiamo: Bruno Vallepiano, giornalista, sceneggiatore, nonché autore di romanzi ascrivibili al genere giallo, nello specifico del noir mediterraneo e di libri legati a vario titolo alla montagna. A Frabosa Sottana proporrà “Linea Mortale”, giallo ambientato nel Massiccio del Gelas, al confine tra Italia e Francia.

Domenica 23 luglio il programma prevede alle ore 15 la presentazione di “Masche del Kyé” di Giovanni Battista Rulfi. L’autore accompagnerà il pubblico attraverso tredici storie nell’universo della tradizione popolare più radicata, quella delle masche, che non smettono mai di farci paura, sorridere, pensare. Alle 16 sarà poi la volta della savonese Daniela Bernagozzi, insegnante di storia e filosofia al liceo Peano-Pellico di Cuneo. Presenterà il suo “Ombre lunghe”, i nuovi abitanti della montagna”, testo che racconta di Jacopo e Colette, una coppia non più giovanissima, che improvvisamente si è sentita pronta per una scelta radicale ed ha ristrutturato una baita per farne un punto di appoggio turistico. Alle 17 i fratelli Franca ed Aldo Acquarone: psicologa e psicoterapeuta la prima, geologo il secondo, illustreranno il lavoro scritto a quattro mani dal titolo “Carnino, uno sguardo a ritroso nel tempo”, un libro che attraverso antiche testimonianze racconta la realtà dei paesi di montagna prima delle grandi trasformazioni del secondo novecento. A chiudere la nona edizione del Festival sarà, alle ore 18, Debora Sattamino.  Scrittrice e giornalista (collabora con il settimanale “L’Unione Monregalese”), la Sattamino, grande appassionata di cucina e di gastronomia, presenterà “Le ricette di Debora”: piccole idee e suggerimenti per cucinare qualcosa di veloce, buono e originale, seguendo rigorosamente la stagionalità e prediligendo prodotti locali.

Il programma completo degli eventi è su www.frabosasottana.com e su  www.salonelibromontagna.blogspot.it.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button