LibriTorino

Porte aperte a Elvis, il maialino di Torino, ospite al Salone

TORINO. Accolto dai bambini come un amico, Elvis ha fatto il suo ingresso al Salone insieme con Simona Eduardo nella città della Mole. I due si sono presentati perché Simona ha scritto un libro, “IO & ELVIS”, pubblicato dalla giovane casa editrice torinese Pathos.

In questa storia si parla di una donna e del suo maiale di razza Juliana, salvato dal macello di Rovigo, una storia d’amore speciale, come riporta il sottotitolo del libro Dal mio piatto al mio letto, che apre un dibattito su cosa o chi finisce sul piatto. Il maialino in questione è stato fortunato, essendo stato accolto in una famiglia, grazie al cuore di Simona, di suo marito e dei loro figli.
«La nostra è una casa editrice eclettica, che spazia tra diversi generi letterari. Questo racconto vuole sensibilizzare le persone sulle problematiche che riguardano gli animali. In particolare con Elvis desideriamo far passare un messaggio vegano di rispetto verso tutti gli animali, tra i quali ci sono anche quelli sfruttati negli allevamenti intensivi», ha dichiarato l’editrice Luigia Gallo.
Conosciuta già da qualche tempo, questa storia ha portato Elvis in televisione e in radio, affrontando con la sua padrona leggi antiquate, che non tutelano i maiali come animali d’affezione.
E non finisce qui, dal momento che esiste anche la pagina Facebook “Elvis the pig”, attraverso cui gli affezionati seguono il buffo animale, amante delle coccole, spesso a passaggio al parco del Valentino. A “zampa lenta”, cammina per meno di un’ora, quando esce, e rasente i muri; inoltre, ha timore dei rumori e della pioggia, ed è vegetariano, particolarmente ghiotto di carote.

«Non tutti reagiscono con stupore quando mi vedono passeggiare con Elvis, ma le critiche mi aiutano a non lasciarmi influenzare dagli altri. I suoi video, che mostro dal cellulare, riescono a far passare la paura dei prelievi ai bambini dell’ospedale infantile Regina Margherita», ha spiegato Simona.

Tags

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close