Personaggi

Nati il 28 novembre: il calciatore alessandrino Cesare Benedetti, vinse lo scudetto con la Roma

Cesare Benedetti nasce ad Alessandria il 28 novembre 1920. Viene spesso confuso con il suo omonimo Cesare Benedetti (II), noto anche come artista con il nome di Benè, con il quale condivide sia l’anno di nascita che la militanza nella Roma in anni ravvicinati. Viene pertanto distinto come Cesare Benedetti (I). Dopo una prima parte di carriera trascorsa nelle serie minori dopo la fine della guerra milita nel Como, con cui disputa due campionati di Serie B realizzando complessivamente 22 reti. Nel 1941 viene ingaggiato dalla Roma. Benedetti è un attaccante piccolino ma inesauribile che la società capitolina compra dall’Ilva di Novi per fare da riserva ad Amedeo Amadei. L’ufficialità del passaggio arriva l’11 agosto 1941 e il trasferimento si perfeziona sulla base di 22.300 lire e su segnalazione del giornalista Mario Ferretti. A Roma Benedetti I disputa due stagioni, facendo registrare 12 presenze ed un gol. Si laurea campione d’Italia nella stagione 1941-42.

Nel 1948 si trasferisce in Francia, dove resta tre anni disputando altrettante stagioni di Prima Divisione, la prima con l’Olympique Marsiglia, contribuendo con 9 reti all’attivo al terzo posto finale (annata 1948-1949), le due successive al Tolosa, dove ad un buon quarto posto nella prima stagione (nuovamente con 9 reti all’attivo) fa seguito la retrocessione nella seconda. Nel 1951 rientra in Italia, proseguendo la carriera a livello di Serie C (con la Biellese) e IV Serie (vestendo fra l’altro la casacca della Pro Vercelli).

In carriera colleziona complessivamente 50 presenze e 20 reti nella Prima Divisione francese e 67 presenze e 22 reti nella Serie B italiana. Muore ad Alessandria nell’ottobre 1990.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button