ArtePiemonteTop News

In Piemonte un anno di eventi dedicati al Barocco

TORINO. Architettura, pittura, scultura, arti decorative: tra XVI e XVIII secolo, il Barocco ha arricchito il Piemonte di un inestimabile patrimonio diffuso, da riscoprire lungo le tappe di un “Grand Tour” che tocca l’intera regione. A questo particolare viaggio nel tempo è dedicato L’essenziale è Barocco, l’iniziativa che prevede per tutto il 2020 eventi e aperture straordinarie scanditi da grandi mostre, rassegne concertistiche, visite guidate, laboratori ed iniziative culturali. E’ l’occasione giusta per scoprire monumenti e opere di grandi artisti del Barocco, inseriti in contesti urbani e naturali arricchiti da contributi contemporanei di design e landing art: percorsi inconsueti insaporiti da gusti e profumi d‘eccellenza.

Sono oltre duecento gli eventi del progetto messo a punto da Regione Piemonte e sostenuto da Compagnia di San Paolo, in collaborazione con Città di Torino, Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, Fai, Fondazione Torino Musei e Abbonamento Torino Musei.

Palazzo Carignano, classico esempio del Barocco a Torino

Evento “clou”, attorno al quale si svilupperanno, nel corso dell’anno, centinaia di appuntamenti, sarà infatti l’imperdibile mostra “Sfida al Barocco – Roma Torino Parigi 1680 – 1750”, con oltre 200 capolavori provenienti dai più prestigiosi musei e collezioni di tutto il mondo. L’esposizione, progettata dalla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura, grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, è organizzata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, allestita dal 13 marzo al 14 giugno nei grandiosi spazi della Citroniera Juvarriana della Reggia di Venaria, sarà un viaggio nell’appassionante e sorprendente percorso di sperimentazione, dove la ricerca che si sviluppò tra Roma e Parigi, i due poli di attrazione dell’Europa moderna, vide la Torino di quegli anni intrattenere un intenso dialogo di idee e di scambio di opere e di artisti, in una stagione di rinnovamento epocale delle arti sulla scena internazionale.

Il denso calendario di appuntamenti sarà consultabile – per data, luogo e tipologia – sul sito web di promozione turistica regionale visitpiemonte.com.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button