Lingua piemonteseTradizioni

Dall’Armanach Piemontèis 2023: i proverbi di Gennaio

A Gené e ’dcò a Fërvé,
për scaudesse: vin brulé!
(A Gennaio e anche a Febbraio / per scaldarsi: vin brulé!)

Gennaio: ricami di galaverna sui rami spogli

La fiòca ’d Gené
a fà chërse ’l grané
(La neve di Gennaio / fa crescere il granaio)

Sota l’eva, fam;
sota la fiòca, pan
(Sotto l’acqua, fame; / sotto la neve, pane)

Stupefacente simmetrica di un minuscolo cristallo di neve

Gené ventos,
ann granos
(Gennaio ventoso, / anno granoso)

Al’é nen bel lòn ch’a l’é bel:
a l’é bel lòn ch’a pias
(Non è bello ciò che è bello: / è bello ciò che piace)

Torino sotto la neve: il Monte dei Cappuccini e la sponda destra del Po

Selezione di proverbi piemontesi a cura di Sergio Donna
Chi fosse interessato all’Armanach Piemontèis 2023, Fontan-e ’d Turin | Fontane di Torino, scriva a: segreteria@monginevrocultura.net

L’Armanach Piemontèis 2023 è dedicato alle Fontane di Torino

Advertisement

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. Appassionato di storia e cultura del Piemonte, ha pubblicato, in collaborazione con altri studiosi e giornalisti del territorio, le monografie "Torèt, le fontanelle verdi di Torino", "Portoni torinesi", "Chiese, Campanili & Campane di Torino" e "Giardini di Torino". Come giornalista, collabora con la rivista "Torino Storia". Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo per Monginevro Cultura le edizioni annuali dell'“Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Back to top button