Cultura & SpettacoliTorino

GruVillage Festival, grande attesa da parte dei fans per il concerto della PFM

GRUGLIASCO.  La PFM giovedì 21 giugno salirà sul palco del Gru Village alle ore 22. La Premiata Forneria Marconi è il gruppo rock italiano più famoso al mondo, l’unica band nazionale ad avere scalato la classifica Billboard negli Stati Uniti. L’occasione per ascoltarla sarà il concerto del 21 giugno al GruVillage Music Festival. La P.F.M. nasce dalla band “Quelli”, un gruppo beat degli anni Sessanta la cui formazione vedeva Franz Di Cioccio alla batteria, Giorgio Piazza al basso e Franco Mussida alle chitarre Flavio Premoli alle tastiere e, agli albori, perfino Teo Teocoli alla voce. Alla fine del 1970, Di Cioccio, Mussida, Premoli e Piazza, ai quali si aggiunse il polistrumentista Mauro Pagani, diedero vita alla Premiata Forneria Marconi in seguito abbreviato in PFM. Il debutto avvenne nel 1971 al Teatro Lirico di Milano come supporto alla prima tourneé italiana degli Yes.

Nel 1972 “Storia di un minuto” è il primo album di un gruppo ad arrivare in testa alla classifica degli LP. La fama della PFM aumenta in Italia e all’estero: “Photos of Ghosts” entra nelle classifiche americane di Billboard e ottiene il premio della critica giapponese quale miglior album dell’anno. PFM raggiunge grandi risultati nel pop poll di Melody Maker. Nel 1979 esce “De André e P.F.M. in concerto”, il progetto di una inedita collaborazione artistica tra le due realtà musicali. Dopo tanti anni di album e successi, nel settembre 2017, esce “Quartiere Generale”, il nuovo singolo di PFM, rilasciato anche nella versione inglese “Central District”, che anticipa l’uscita mondiale di “Emotional Tattoos”, album prodotto e pubblicato dalla casa discografica InsideOutMusic.

Biglietti disponibili su www.ticketone.it al costo di 15 euro.

Tags

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close