Economia, Lavoro, IstruzioneTop NewsTorino

Giovani, politica e futuro: da venerdì tre giorni di incontri a Torino

TORINO. Tre giorni nel segno del dialogo, con una quindicina di tavole rotonde dove protagonisti sono le nuove generazioni e il loro futuro. E’ quanto propone da venerdì 5 a domenica 7 aprile, al PalaRuffini e nel Cortile del Maglio di Torino, YEAH! Young  European  Activists’  Hub,  il primo festival europeo incentrato sul dibattito e sul confronto tra giovani e politica. L’evento offrirà sei ore di dibattito tra  venerdì e sabato con 15 tavole rotonde che si svilupperanno in contemporanea. Le conclusioni dei dibattiti saranno presentate agli  ospiti politici della conferenza di sabato alle ore 15 al PalaRuffini per un  confronto finale. Alla stessa conferenza parteciperanno anche alcuni esponenti dell’Unione Industriale di Torino per  approfondire temi di cittadinanza europea e imprenditoria giovanile. Tra gli ospiti che hanno già confermato la loro presenza, ci saranno Andrea Venzon, fondatore di Volt Europa; gli europarlamentari Tiziana Beghin e Brando  Benifei, l’economista Silvia Merler. Dario Gallina, presidente dell’Unione Industriale di Torino e un rappresentante del  Gruppo Giovani   Imprenditori si confronteranno anche sul tema del  ruolo della cittadinanza attiva nell’integrazione europea e delle nuove competenze necessarie alle giovani per  assicurarsi un ingresso nel mondo del lavoro.

Non mancheranno alcuni momenti di svago nelle serate di  venerdì  e sabato, rispettivamente con un concerto al PalaRuffini e un after party in centro città. Domenica, in conclusione, è prevista una  fiera delle  associazioni che  hanno  partecipato all’iniziativa chiuderà i tre giorni  di attività.

Nello specifico, l’evento si suddivide in tre tipi di attività:
YEAH!Live, i momenti ricreativi in cui vivere l’Europa! Un concerto alPalaRuffini venerdì sera e un after party sabato sera.
YEAH!Talk, cuore pulsante del  festival: ovvero tavole rotonde organizzate da  varie associazioni locali e dai partner dell’evento. Ogni ora  ci sarà una rotazione dei partecipanti così  che ogni  partecipante possa dibattere fino ad  un  massimo di sei ore nel corso del weekend. Lo   scopo  di   questi  dibattiti   è  la   composizione   di   un   booklet riassuntivo dei  principali temi trattati e di una lista  di domande da porre alla conferenza principale.
Yeah!Share, la conferenza principale di sabato pomeriggio al PalaRuffini  con   ospiti  istituzionali  europei  che risponderanno  alle domande maturate durante le talk.

Durante le varie giornate sarà dato spazio anche ad altre  associazioni.  Venerdì   il   Sermig   organizzerà   WARLD,  un laboratorio che si svolge nella  modalità di gioco  di ruolo. Alla   domenica  si  terrà,  al  Cortile  del Maglio, YEAH!Fair, il “salone del  volontariato”, durante il quale si terrà la Biblioteca Vivente organizzata da LVIA.

L’evento è co-finanziato dal Parlamento Europeo, dalla Compagnia di San Paolo, dalla Città di Torino, dall’Unione Industriale di Torino. Sponsor: IDer, You Abroad srl, Borello Supermercati srl, Leading Law Notai e Avvocati, Rear  Multiservice. L’evento è patrocinato dall’Università degli Studi  di Torino.

Gli organizzatori

AEGEE-Europe   è  la    più    grande   associazione    interdisciplinare d’Europa, presente in più di 40 stati, con  oltre 13 000  iscritti in più di 200  città universitarie e nota per  essere la madrina del programma Erasmus.
AEGEE-Torino è un‘associazione giovanile di  volontariato no-profit, unica sede piemontese  del  più  grande network europeo di AEGEE- Europe.  Organizza ogni   mese diversi  eventi di  carattere locale  e internazionale coinvolgendo più di 1 000 giovani torinesi.
Togather nasce con  l’obiettivo di  incentivare il consumo culturale giovanile attraverso un’innovativa piattaforma. Il network premia la partecipazione culturale dei giovani attraverso un sistema di gaming. Organizza  eventi,   promuove   attività   di    volontariato,   produce contenuti originali e molto altro.

Info: 392.1428111 (Edoardo Arnello); 347.1482811 (Daniele Riganello)

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close