Torino

Cinque giorni di amore libero con il Lovers Film Festival

In programma dal 20 al 24 aprile al Cinema Massimo di Torino è una delle rassegne cinematografiche più importanti al mondo  nel dibattire i temi temi LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali)
TORINO. Nella Multisala Cinema Massimo, dal 20 al 24 aprile, torna il  “Lovers Film Festival Torino”, amministrato dal 2005 dal Museo Nazionale del Cinema di Torino e realizzato grazie al contributo del MiBACT – Direzione generale Cinema, della Regione Piemonte e del Comune di Torino. Si tratta del più antico festival sui temi LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali) d’Europa e terzo nel mondo. A dirigerlo è la cineasta Irene Dionisio, mentre a presiedere l’evento è  Giovanni Minerba, fondatore con Ottavio Mai della rassegna.
Ha confermato la sua presenza alla serata di apertura, che si svolgerà il 20 aprile alle 20.30 presso la Sala 1 del Cinema Massimo, un ospite musicale d’eccezione, Francesco Gabbani, che eseguirà un mini set acustico. ll celebre cantautore ha vinto il Festival di Sanremo nel 2017 con Occidentali’s Karma che ha ottenuto 5 Dischi di Platino; il video, con più di 185 milioni di visualizzazioni, ha superato molti record ed è stato  il video di un artista italiano più visto nel nostro Paese nel 2017.
La trentatreesima edizione del festival sarà come ogni anno anche all’insegna del grande cinema internazionale con 81 film provenienti da 24 nazioni, di cui 6 anteprime mondiali, 4 europee e 52 nazionali. Fra i film più attesi: Thelma (Norvegia, 116’) di Joachim Trier, selezionato al Toronto International Film Festival che verrà proiettato, in anteprima nazionaledurante la serata di chiusura il 24 aprile. Joachim Trier, che interverrà in collegamento dalla Norvegia, è stato recentemente nominato presidente di giuria della Settimana della Critica del Festival di Cannes. E’ la storia di Thelma, una timida ventenne di provincia che si trasferisce a Oslo per studiare. Qui si accorge, dopo essersi innamorata di una ragazza, di avere inquietanti poteri sovrannaturali. Joachin Trier firma un thriller d’autore di grande impatto, che tiene insieme realismo e tensione orrorifica, dramma psicologico e erotismo, mentre il tema del genere attraversa con diverse sfumature l’intera narrazione.
Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close