AstiCronache & Attualità

Viarigi, bimbo di tre anni muore investito nel cortile dal pick up del padre

VIARIGI. Un bambino di tre anni è stato investito e ucciso dal pick up del padre. È accaduto questa mattina poco dopo le 9 nell’Astigiano, in frazione Pergatti di Viarigi. L’incidente è avvenuto nel cortile della casa di famiglia, dove il piccolo stava giocando.

S. C., pastore di 41 anni che vive da una decina di anni nella frazione, facendo manovra con il fuoristrada che utilizza abitualmente per recarsi nei campi dove ha gli animali al pascolo, non si è accorto della presenza del figlioletto di tre anni e lo ha investito. Per il bimbo non c’è stato più nulla da fare e inutili sono stati i tentativi di rianimazione del 118, intervenuti con l’elisoccorso da Alessandria.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Montemagno che hanno raccolto testimonianze e hanno effettuato i rilievi con l’intento di ricostruire l’esatta dinamica dell’indicente. Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, il padre aveva caricato nel cassone del pick up due dei suoi tre figli per andare al pascolo. Per un avvallamento del terreno i due bambini sono stati sbalzati fuori dal mezzo e sono caduti nell’erba. Il più grande si è rialzato mentre il più piccolo, rimasto a terra, è stato schiacciato dal mezzo quando il padre ha fatto retromarcia credendo che il bimbo non fosse caduto. La procura potrebbe aprire un fascicolo per omicidio colposo. Coordina le indagini il pm Laura Deodato.

Intanto, Viarigi, piccolo centro agricolo di 900 abitanti nel cuore del Monferrato, è sotto choc. «Li conoscevamo bene, sono brave persone: è stata una vera disgrazia», dice una pensionata della zona. «Siamo tutti colpiti e scossi», è il commento del sindaco Francesca Ferraris, che conosceva la famiglia. La madre, 35enne incinta di sette mesi, viveva da circa sei anni in paese con il compagno, siciliano d’origine, padre dei suoi figli. L’uomo si è trasferito a Viarigi una decina di anni fa dall’Alessandrino, dove risiedeva. «Un uomo buono – secondo i vicini -. In famiglia era un ottimo padre». Da sempre alleva animali: prima pecore e capre, poi mucche da latte, con il quale prepara formaggi.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close