Cronache & AttualitàTorino

Truffa a imprenditore: in manette banda di falsi finanzieri

TORINO. Fingendosi finanzieri, hanno sequestrato in casa una coppia per derubarla di gioielli e denaro e, nelle settimane successive al colpo, hanno minacciato le vittime di farle finire in carcere se non avessero consegnato loro 50mila euro. Quattro uomini e una donna, tutti italiani tra i 37 e i 64 anni, sono stati arrestati dai carabinieri del Comando provinciale di Torino con l’accusa di rapina e tentata estorsione in concorso.

L’episodio avvenuto a Grugliasco, nel Torinese, risale al 26 ottobre scorso. I rapinatori hanno mostrato alle vittime, un imprenditore e sua moglie, dei falsi tesserini delle fiamme gialle. Una volta in casa, hanno immobilizzato la coppia e, simulando una perquisizione, hanno rubato orologi di lusso, cellulari e 260 euro. Nei giorni successivi, hanno contattato le vittime via Facebook e Whatsapp per avere altri soldi.

Gli investigatori sospettano che la banda sia responsabile di altre rapine in appartamento avvenute nel Torinese. I carabinieri sono riusciti a smantellarla grazie alla somiglianza di uno dei rapinatori, Michele Ferraro, con Joe Pesci, noto attore statunitense. Oltre a Ferraro, 64 anni, in manette sono finiti anche Francesca Cortona, 47 anni, Paolo Tuccillo, 45 anni, Angelo Mottin, 53 anni, Alessandro Crapanzano, 37 anni.

Quest’ultimo ha più volte contattato la coppia presentandosi come intermediario dei falsi finanzieri. “Vi conviene pagare o siete rovinati – scriveva nei messaggi -. Non provate a denunciare. A chi pensate che crederanno? A voi o ai militari?”. Minacce che non hanno avuto seguito: poco dopo la rapina, le vittime si sono rivolte ai carabinieri.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close