Asti

Monastero Bormida, una panchina gigante per suggellare l’amore verso chi non c’è più

MONASTERO BORMIDA. Mi è stato chiesto tante volte quale sia stata la mia panchina preferita tra tutte quelle che ho visto. Beh, non diteglielo a Chris Bangle, ma quella che mi è rimasta davvero impressa nel cuore è stata costruita e progettata con amore da un gruppo di volontari di un paese davvero bellissimo: Monastero Bormida. E’ soprannominato “il paese del cuore”. Infatti, sul cartello della località c’è disegnato un cuore con le cuffie. E se alzi lo sguardo sospesa nel cielo, in un luogo lontano da tutto, c’è una panchina azzurra con un cuore rosso enorme, molto speciale anche per la storia che ha dietro.

Circa 5 anni fa un giovane imprenditore con la passione per la musica, Fabio Francone, è scomparso prematuramente in seguito ad un incidente stradale in moto. La moglie Elisa, i figli Mattia e Giulia e le sorelle Betty e Lucia ogni anno organizzano insieme alle associazioni ed agli amici del paese una serata particolare dedicata a lui e il ricavato viene utilizzato interamente per opere di beneficienza. Quest’anno il paese del cuore ha pensato a qualcosa di speciale, qualcosa che rappresentasse amore, amicizia e affetto, qualcosa per ricordare per sempre l’amato Fabio. Un luogo dove poter contemplare il cielo e dare emozione. E per me ci sono davvero riusciti. Sono salita su quella panchina senza conoscerne la storia, poi incuriosita dalla targhetta posta dietro mi sono subito commossa: “Se anche tu vedi le stesse stelle non siamo poi così distanti”. Il dj Francone è sempre stato molto partecipe alle attività del paese, pieno di vita e voglia di fare, con un grande cuore nell’aiutare tutti, un mix di vitalità e generosità.

Spesso ci si dimentica o si danno per scontato le cose semplici, quelle che fanno bene. Un abbraccio, una carezza inattesa, un ti voglio bene, una risata. E la famiglia Francone ha voluto fare rivivere il ricordo di questo marito, padre, fratello, amico amandolo attraverso l’eleganza del panorama, del silenzio che diventa voce, in un luogo a lungo cercato con intorno il nulla, dipingendo un grande cuore vicino al cielo per non farlo morire mai.

Salire sulla panchina, oltre i prati e le nuvole, percepisci cosa voglia dire viaggiare leggeri e inebriati di serenità, senti svanire ogni confine e in quel luogo dove i sogni non muoiono, la musica di dj Francone ti entra nel cuore. Perdere la capacità di emozionarsi in queste piccole e genuine cose ci fa vivere rannicchiati in questo mondo. Invece gli abitanti di questo paese hanno deciso di non coprire la loro ferita ma di farla vedere e farla diventare meraviglia. Grazie per questa esplosione di amore ed emozioni. Ecco la mia panchina preferita: la panchina del cuore, da condividere con le persone che amiamo.

Ci sono canzoni che nascono dall’erba punteggiata d’azzurro, dalla polvere di migliaia di strade di campagna…questa ne incarna la poesia.  (I ponti di Madison Country)

Tags

Barbara Segino

Classe 1978, vive a Neive ed è mamma. Dipendente della Ferrero di Alba, da sempre grande lettrice è appassionata di scrittura. Ama andare alla scoperta di castelli, musei e di cose nuove ed insolite. Detiene un primato originale, quello delle "big bench".

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close