Cronache & AttualitàTorino

Licenziamenti Hag e Splendid, i 57 lavoratori di Andezeno in presidio davanti alla Regione

TORINO. Un caffè offerto a chi passa, l’ultimo, per dire “addio al made in Italy” come denuncia lo striscione appoggiato a Palazzo Lascaris. Stamane, martedì 2 ottobre, i dipendenti dello stabilimento di Andezeno, l’unico in Italia dove si produce il caffè dei marchi Hag e Splendid, hanno indetto una mobilitazione davanti al Consiglio regionale del Piemonte. Sette giorni fa, i 57 dipendenti erano rimasti spiazzati dalla decisione del gruppo Jacobs Douwe Egbert (Jde) di avviare la procedura di licenziamento collettivo per investire maggiormente sul mercato estero. In una parola, delocalizzazione.

I lavoratori sollecitano i gruppi consiliari a trovare una soluzione in tempi brevi. «Pochi giorni fa avevamo festeggiato i mille giorni senza infortuni, parliamo di un’azienda che fa utili, non potevamo immaginare una situazione del genere», spiega Denis Vayr di Cgil Flai. I lavoratori hanno piazzato un tavolino e una macchinetta di fronte alla sede del Consiglio regionale, offrendo e distribuendo il caffè a tutti i passanti.

Dopo l’incontro con i gruppo consiliari, nel pomeriggio il presidio si sposterà davanti alla sede dell’Unione Industriale per l’avvio della discussione tra sindacati-azienda. Flai e Uila chiederanno il ritiro della procedura e il mantenimento dell’attività. Intanto, da ieri davanti allo stabilimento  è stata allestita la tenda rossa della Flai in presidio permanente, mentre oggi le Rsu di Saiwa e della Lavazza sono attese ad Andezeno a portare la solidarietà dei lavoratori di quelle aziende.

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close