Economia, Lavoro, IstruzioneTorino

La storica azienda torinese Caffè Vergnano nella rete d’impresa “Gradita”

TORINO. C’è una rete d’impresa che riunisce marchi italiani di eccellenza nel campo alimentare. Si chiama “Gradita”, e ha l’obiettivo di aumentare la competitività sui mercati, non rinunciando all’identità aziendale.

Caffè Vergnano, la storica azienda torinese diretta dalla famiglia Vergnano dal 1882, è entrata a far parte di questa rete, unendosi a Callipo Conserve Alimentari, Pietro Coricelli con gli oli d’oliva Cirio, Divella, Callipo Gelateria, Fratelli Polli e Galvanina. Si tratta di nomi noti, identificabili per una lunga tradizione familiare, e pronti a rappresentare il Made in Italy, diffondendo la dieta mediterranea come modello nutrizionale equilibrato e salutare.

«L’ingresso di Caffè Vergnano nella nostra rete dimostra come il nostro progetto funga da catalizzatore di quelle belle e solide realtà alimentari del made in Italy», spiega Francesco Divella, presidente di Gradita. «Credo che la capacità di fare sistema sia una risorsa sempre più importante per le piccole medie imprese. Un progetto come la rete Gradita è una grande opportunità di crescita: non solo per gli scenari commerciali che può aprire, ma soprattutto perché permette di confrontarsi con altre realtà imprenditoriali su temi importanti. Un incredibile valore aggiunto per la valorizzazione del made In Italy in tutto il mondo», aggiunge Carolina Vergnano, manager dell’impresa, fondata dal nonno di suo padre Franco, che esporta in oltre 90 paesi del mondo, e conta 140 dipendenti.
Gradita si presenterà in contesti nazionali e internazionali di grande rilievo, al fine di promuovere i valori di queste produzioni alimentari tutte made in Italy, fatti di tradizione, esperienza, solidità ed affidabilità, oltre che d’innovazione, per rispondere nel modo migliore  alle esigenze e alle abitudini dei consumatori moderni.

 

Tags

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close