AlessandriaStorie piemontesiTop News

I 220 anni della battaglia di Marengo si commemorano online sino a lunedì 15

ALESSANDRIA. Ricorre quest’anno il 220° anniversario della battaglia di Marengo. Fu infatti combattuta il 14 giugno 1800, nel corso della seconda campagna d’Italia, durante la guerra della seconda coalizione, tra le truppe francesi dell’Armata di riserva, guidate dal Primo console Napoleone Bonaparte, e l’esercito austriaco, comandato dal generale Michael Von Melas. Per mezzo della battaglia di Marengo, i francesi tornarono padroni di gran parte dell’Italia settentrionale, ottenendo un armistizio di sei mesi. L’indomani lo scontro, il generale francese Berthier incontrò il generale austriaco Von Melas per accordarsi sulle condizioni della resa austriaca.

Philippe Daverio (critico d’arte e saggista) e Alessandra Necci (biografa storica, docente d’arte alla Luiss di Roma) parteciperanno, nel pomeriggio di domenica 14 giugno, ad un talk in streaming, accompagnati dal sindaco di Austerlitz. Domenica 14 si aprirà al mattino e vedrà la commemorazione, in presenza di 15 soldati, di tutti i caduti nella battaglia di Marengo, mentre in serata, nella sala adiacente Palazzo Cuttica, si terrà la rievocazione della firma della Convenzione di Alessandria, in presenza dei rievocatori-figuranti del generale Von Melas e del  Generale Berthier.

Nella giornata di sabato 13 giugno verrà presentato il progetto Cum Memorare Marengo, percorso che si snoda attraverso i luoghi di interesse napoleonico

La Cittadella di Alessandria

“Arriviamo e siamo ancora in un momento epocale per la salute dei cittadini e quindi dopo aver rinunciato ad una grande rievocazione, siamo con la 59 Demi Brigade, con il presidente Bernini a proporre un momento di Onore ai Caduti a Marengo e una firma della Convenzione di Alessandria a Palazzo Cuttica con la presenza fisica dei rievocatori, ma per il resto avremo una presenza online, con la formula del talk riproposto sui social, di importanti personalità e testimonial che ci tengono parecchio a Marengo per ciò che rappresenta nella storia”, spiega Cherima Fteita Ferial, assessore agli Eventi e alla Digitalizzazione del Comune di Alessandria. Che sottolinea anche che oltre all’attuale momento per le verifiche di possibili aperture, il Museo avrà tutto l’anno per promuovere le sale di Villa Delavo.

Dunque, nelle giornate del 12, 13 e 15 giugno, i relatori si collegheranno su piattaforma STREAMYARD, mentre il 14 giugno il collegamento avverrà su piattaforma STREMIX.

Il talk verrà trasmesso in streaming, contemporaneamente sui canali Facebook e Youtube di Ecole Marengo. Il pubblico potrà collegarsi a questi indirizzi: https://facebook.com/EcoleMarengo
https://www.youtube.com/channel/UCPrt7YX422yt26y9DKClqNQ

Gli interni di Palazzo Cuttica

“Ognuno vorrebbe spingere più avanti le sue responsabilità ma dobbiamo guardare l’insieme che Marengo richiede per il suo livello internazionale. La nostra scelta digitale ha una valenza sperimentale ed è parte di tanti soggetti che lavorano – dichiara il sindaco alessandrino Cuttica di Revigliasco -. Eravamo abituati a dedicare energie ad aspetti organizzativi per la rievocazione, oggi mettiamo energie per una promozione on line, una sensibilizzazione per proiettare Marengo e gli itinerari napoleonici in modo permanente grazie alla tecnologia”.

Il programma della Commémoration Virtuelle di Marengo

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button