Cultura & SpettacoliCuneo

Gilberto Gil, leggenda della musica popolare brasiliana, sul palco di Monforte d’Alba

MONFORTE D’ALBA. La rassegna Monfortinjazz ospiterà mercoledì 18 luglio alle ore 21.30 all’Auditorium Horszowski, una delle leggende della musica popolare brasiliana, Gilberto Gil.  E’ un’occasione unica di ascoltare dal vivo una vera e propria icona della musica del mondo, capace di rievocare e celebrare, a 40 anni di distanza, uno dei suoi progetti più belli ed emotivamente coinvolgenti. Si tratta di “Refavela 40”, così come il disco che Gil incise nel 1977 dopo aver partecipato al festival di musica africana di Lagos, Nigeria. In questa rivisitazione, 40 anni dopo, con Gil ci sono il figlio Bem, Chiara Civello, Mayra Andrade, Mestrinho ed altri formidabili musicisti. 

Inciso nel 1977 dopo la sua esibizione al Festac a Lagos in Nigeria, “Refavela 40” rappresenta uno dei progetti più belli e coinvolgenti di tutta carriera di Gilberto Gil. L’album è dedicato alle favelas, piaga sociale del Brasile che l’artista ebbe modo di vedere, ma è anche uno dei dischi più “africani” di Gil con forti venature funk. L’esperienza africana ha permesso infatti all’artista di scoprire e assorbire ritmi e temi che hanno poi dato vita al disco, per tale ragione è considerato un lavoro ponte tra l’Africa e la parte nera del Brasile.

La speciale band, capitanata dal figlio Bem Gil (voce e chitarra), è composta da alcuni tra i più rappresentativi musicisti della nuova scena musicale brasiliana: Domenico Lancellotti (batteria, percussioni e MPC), Bruno Di Lullo (basso), Thomas Harres (batteria e percussioni), Thiago Queiroz (sax e flauto), Mateus Aleluia Filho (tromba e flicorno), Nara Gil e Ana Lomelino (coriste) e Mestrinho (cori e fisarmonica).

I biglietti sono disponibili su www.ticketone.it a partire da 46 euro.

Tags

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close