MusicaTorino

Flowers Festival: Pendulum dj set, Panda Dub e i Twee

COLLEGNO. Pendulum dj set, Panda Dub e Twee saliranno stasera (sabato 29) sul palco del Flowers Festival. L’appuntamento è per le ore 21.

Stile è la parola che guiderà l’attesissimo set di Pendulum, il brand australiano che partendo da Perth, attraverso i più grandi festival del mondo ha imposto una personale fusione di rock elettronico e drum’n’bass spaziando tra trance e dub. Tra i migliori progetti musicali che l’Australia abbia mai donato alla musica elettronica e punto di riferimento della drum’n’bass “new school”, con il passare degli anni i Pendulum hanno guadagnato il merito di aver lavorato per creare uno stile che rappresentasse tanto la loro passione per l’elettronica quanto la loro abilità come musicisti. A dimostrazione di tutto questo, il loro live è stato, negli ultimi anni, presentato come punta di diamante in festival di risonanza mondiale come quello di Reading, Glastonbury o Creamfields. Così come il live è un’esperienza che permette ai fan dei Pendulum di godersi uno show di “rock di nuova generazione”, il loro dj set è pane per i denti dei junglisti più esigenti: dalla Dubstep Downtempo alla Drum’n’Bass di “Tarantula” (sicuramente il loro singolo più famoso), lo spettacolo al Flowers Festival darà l’opportunità di ascoltare versioni inedite dei loro tune, miscelati con una tecnica sopraffina, per due ore di mix da ballare fino all’ultimo beat.

Pendulum

Il più acclamato dub producer della scena francese, Panda Dub, torna a Torino con il suo live show per presentare il nuovo ed attesissimo album “Horizons” uscito il 13 maggio. Un nuovo spettacolo capace di trasportare lo spettatore in un viaggio tra bassi possenti, melodie dai colori etnici e toni elettronici. Una trance musicale e visiva unica nel suo genere, la musica dub e l’elettronica come giusta equazione al servizio della danza, in cui l’ scorre, in un cerchio senza fine. Di origine francese, il progetto è nato nel 2007 a Lione. Il primo lavoro del 2007 “Born 2 Dub” a cui segue, due anni dopo, “Bamboo Roots”. Entrambi i lavori riscuotono un ottimo successo e Panda Dub attira su di sé le attenzioni degli addetti ai lavori tra cui “Original Dub Gathering”, la label con cui verrà pubblicato “Black Bamboo” che in poco tempo fa registrare la bellezza di 20mila download. Nel 2011 viene pubblicato quello che ad oggi è l’unico album disponibile fisicamente, l’EP “Antilogy”. Nel 2013 arriva l’album “Psychotic Symphony” a cui segue un lungo periodo passato in tour, fino a pubblicare nel 2015 l’ultimo lavoro “The Lost Ship”, ancora una volta proposto in download gratuito.

Panda Dub

Aprono le danze i Twee, band torinese con un album fresco di stampa: “All you can Italy” uscito per Metatron/INRI. Il disco, anticipato dai singoli “Buonasera e Italia”, mescola modernità e sfumature retrò, leggerezza e momenti di riflessione, in pieno stile Twee. Nelle 11 tracce, forte è l’ispirazione al Bel Paese, ai suoi pregi e ai suoi difetti, perfettamente riconoscibili nelle tematiche trattate e nelle parole italiane che fanno capolino all’interno dei testi in inglese.

Biglietti disponibili su www.mailticket.it al costo di 15 euro.

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close