Cronache & AttualitàTop NewsTorino

Festa di San Giovanni, torna a suonare la campana civica di Palazzo Madama

TORINO. Per la festa di San Giovanni, patrono di Torino, torna a suonare la campana civica di Palazzo Madama. Alle ore 20 precise di oggi, martedì 23, vigilia della festività di San Giovanni Battista, Claudio Maddalena e Marco Di Gennaro di “CampaneTo”, un gruppo di musicisti organizzatori di concerti per campane e appassionati di storia delle chiese di Torino, dei loro campanili e delle loro campane, saliranno sulla torre di Palazzo Madama che fronteggia il Palazzo della Prefettura per azionare il batacchio dell’antica grande campana civica, vecchia di trecento cinquant’anni, a suo tempo voluta da Carlo Emanuele II, duca di Savoia.

La campana di bronzo fu realizzata nell’antica Fonderia Simon Boucheron e a suo tempo venne posizionata sulla torre medievale, accanto ad un grande orologio pubblico preesistente. La campana è decorata da ghirlande in rilievo, oltre che dalla figura di un vescovo e di un Angelo annunciante.

La campana di Palazzo Madama

Intonata sulla nota del “mi”, veniva suonata per scandire le ore del giorno, ma anche per segnalare eventi drammatici e situazioni di imminenti pericoli per i residenti. Fu poi smantellata quando venne eretta la nuova facciata barocca di Palazzo Madama, capolavoro di Filippo Juvarra. Nel 1874, rischiò di andare perduta per sempre o fusa per costruire cannoni. Fu salvata da una sottoscrizione popolare indetta dalla Gazzetta del Popolo e finalmente posizionata, laddove oggi si trova, novant’anni orsono.
Quella di questa sera è un’occasione da non perdere per risentirne il suono.

Advertisement

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. Appassionato di storia e cultura del Piemonte, ha pubblicato, in collaborazione con altri studiosi e giornalisti del territorio, le monografie "Torèt, le fontanelle verdi di Torino", "Portoni torinesi", "Chiese, Campanili & Campane di Torino" e "Giardini di Torino". Come giornalista, collabora con la rivista "Torino Storia". Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo per Monginevro Cultura le edizioni annuali dell'“Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Back to top button