Torino

Due giorni di full immersion informatica spaziando tra musica e scrittura

TORINO. Bit of History, il festival dell’innovazione organizzato dall’associazione culturale Museo Piemontese dell’Informatica, torna per la sua terza edizione. L’evento si svolgerà all’Impact Hub Torino in Barriera di Milano sabato 12 e domenica 13 maggio coinvolgendo persone, aziende, istituzioni, speaker e startup in più di trenta attività. La manifestazione, ogni anno, prende spunto da a un tema particolare, che per questa nuova edizione sarà “Musica e scrittura”, ovvero come l’informatica ha influenzato la produzione e la fruizione di musica e testi. Da un lato, infatti, sempre più persone usano il proprio cellulare o tablet o e-reader, dall’altro si è passati dalle macchine di Gutenberg ai word processor, ai software di impaginazione, alle intelligenze artificiali che producono esse stesse i testi. Anche nell’ambito musicale c’è una situazione simile. Icomputer hanno aiutato molti compositori a trovare nuove vie per trasformare i loro pensieri in musica e l’intelligenza artificiale ricopre un ruolo nella produzione di musica, per non parlare dei servizi di streaming online che, in base ai brani ascoltati, suggeriscono possibili scelte.

Sarà presenti a Bit of History il meglio delle collezioni di computer storici da tutta Italia e non solo. Si potranno toccare e utilizzare computer, console da gioco e altro materiale fornito da amatori e associazioni. L’esposizione sarà anche l’occasione d’incontro tra vecchi e nuovi appassionati. Relatori di fama nazionale e internazionale presenteranno interventi su molteplici argomenti dalla storia dell’informatica, all’imprenditoria del videogioco, alla cultura digitale in generale. Tra cui Yves Bolognini (Musée Bolo di Losanna), Marc Weber (Computer History Museum di Mountain View) e Svetozar Nilovic (Peek&Poke Museum di Fiume) parleranno di museologia dell’informatica e del positivo impatto sul territorio. Floriana Ferrara, membro del Team per la Trasformazione Digitale del Consiglio dei Ministri illustrerà novità in ambito pubblica amministrazione con rimandi ai progetti di inclusione per ragazze. Riccardo Sinigaglia, docente del Conservatorio di Milano e produttore musicale, parlerà dell’influenza della tecnologia nella composizione e produzione. Emilio Cozzi, giornalista di Wired e Il Sole 24 Ore parlerà di industria dei videogiochi e di quanto essa sia importante anche per la ricerca, Francesca Anzalone, esperta di comunicazione e digitale farà riflettere sulle contaminazioni tra informatica, musica e scrittura.

Per prendere parte alle attività a ingresso limitato, è possibile iscriversi sul sito www.abitofhistory.it

 

Tags

Simona Azzinnari

Laureata in Scienze del Turismo, ha collaborato con la redazione web di TorinoGiovani, occupandosi di organizzazione e implementazione di nuovi contenuti e gestione di pagine social. E' appassionata di viaggi, turismo e gastronomia.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close