Cultura & SpettacoliCuneo

Cuneo illuminata, in città dal 13 al 21 luglio arriva “Luci d’Artista”

CUNEO. Da venerdì 13 a sabato 21, nell’ambito della manifestazione Cuneo Illuminata, la città ospiterà  “Noi”, l’opera ideata e realizzata dall’artista Luigi Stoisa per il progetto Luci d’Artista. L’evento culturale è molto apprezzato sia in Italia che all’estero, “Luci d’Artista” è un percorso espositivo d’arte contemporanea in spazi pubblici che offre a cittadini e turisti scenari artistici inediti. La rassegna è cresciuta negli anni, diventando una galleria d’arte di poetiche visioni e sensibilità di diversi artisti attratti dalle possibilità espressive della luce artificiale e dai suoi dispositivi tecnologici in costante aggiornamento. Per il suo quarto compleanno, “Cuneo Illuminata” si unirà a “Luci d’Artista” per un progetto culturale condiviso che ha come fulcro la “luce”, declinata come spettacolo folkloristico-musicale e come percorso artistico. Affiancata alle moderne strutture di Mariano Light, ispirate quest’anno al sole e ai suoi infiniti raggi, l’opera di Stoisa – giganti profili di uomo realizzati con tubi fluorescenti rossi e protesi l’uno verso l’altro fino a fondersi e trasformarsi appunto in un “Noi” – sarà posizionata nel tratto di strada compresa tra la metà di Via Roma (angolo Via Caraglio) e la Chiesa di Sant’Ambrogio.

Luigi Stoisa

Luigi Stoisa. Nato nel 1958 a Selvaggio di Giaveno (To), dove attualmente vive e lavora. La sua attività artistica è iniziata alla fine degli anni Settanta durante la sua esperienza scolastica, quando ancora era studente all’Accademia di Belle Arti di Torino, dove conseguì il Diploma di Pittura. Nel 1984 ha esordito con la sua prima mostra personale nella Galleria Tucci Russo di Torino. La sua ricerca ha così inizio negli anni Ottanta, l’epoca del post-modernismo, ed è proprio a questo periodo che risalgono le sue prime opere “mature”. Da allora tutta la sua poetica è sempre stata legata al mutamento della materia che inesorabile modifica forme ed immagini. Al centro della scena è il catrame, presente in molte opere, che trasforma se stesso ed i materiali intorno a sé. Stoisa, tuttavia, lavora con molti altri materiali sperimentando tecniche sempre nuove: dalla pittura, declinata in molte forme, alla scultura, in terracotta ed in bronzo, alle installazioni polimateriche, al disegno, “prima forma dell’idea”.

Per maggiori informazioni contattare il numero 0171.698388 oppure scrivere via mail all’indirizzo promocuneo@tin.it.

Tags

Valeria Glaray

Laureata in Servizio Sociale ed iscritta alla sezione B dell’Albo degli Assistenti Sociali della Regione Piemonte. Ha un particolare interesse per gli argomenti relativi alla psicologia motivazionale e per le pratiche terapeutiche di medicina complementare ed alternativa. Amante degli animali e della natura.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close