Torino

Il Lovers Film Festival festeggia la sua trentatreesima edizione

TORINO. Ad aprire oggi l’edizione numero 33 del Lovers Film Festival   sono stati Pif e Francesco Gabbani. Nella giornata inaugurale al Cinema Massimo è stato proiettato anche in prima nazionale il film “Postcards from London” di Steve McLean.  In platea erano presenti anche le assessore alla Cultura di Regione Piemonte e Città di Torino, Antonella Parigi e Francesca Leon.

«In un paese davvero civile – ha detto Pif – un festival come questo non avrebbe un significato sociale, ma solo artistico, invece essere omosessuale qui è ancora un problema. Di meno nelle città e di più nelle periferie. Mi sembra questa oggi la differenza maggiore piuttosto che tra nord e sud. Penso che essere gay a Palermo sia meno difficile che nelle campagne lombarde. C’è ancora un po’ di strada da fare».

Pif oggi era presente a Torino; sotto Nina Zilli

Da parte sua Gabbani ha aggiunto: «Non sono gay, ma sono contento di essere qui con voi perchè ci sono ancora diritti da conquistare».

La rassegna cinematografica dedicata a lesbiche, transessuali, bisessuali, trans, queer e intersessuali più antica d’Europa e terza nel mondo per importanza, proseguirà sino al 24 aprile. Diretto dalla regista Irene Dionisio e presieduto dal fondatore Giovanni Minerba, il festival ha tra le finalità principali quella di creare un’identità inclusiva ed è per tale motivo che sono state invitate figure femminili di rilievo in diversi settori: Valeria Golino, madrina d’eccezione, è tra le attrici italiane più amate dal pubblico ed è nota anche per la sua attività di regista e di produttrice nell’ ambito del panorama cinematografico internazionale; la cantautrice Nina Zilli che nell’ edizione 2018 del Festival di San Remo ha dedicato la sua canzone alle donne vittime di violenza; l’attrice Lucia Mascino, protagonista del nuovo film di Francesca Comencini “Amori che non stanno stare al mondo”; la giornalista, scrittrice ed editorialista Concita De Gregorio; la senatrice Monica Cirinnà, ideatrice della legge sulle unioni civili, alla quale verrà consegnato il premioMilk, riconoscimento alla carriera attribuito a personaggi pubblici che si sono distinti per la difesa dei diritti delle persone LGBTQI, e Francesca Vecchioni, fondatrice e presidente di Diversity, l’associazione che si impegna a valorizzare l’inclusione del mondo LGBTQI.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close