Cronache & AttualitàTorino

Da mercoledì 5, anche a Torino verrà sperimentata la pistola Taser

TORINO. Da mercoledì 5 settembre partirà anche nel capoluogo piemontese la sperimentazione del taser, la pistola elettrica non letale che aiuterà migliaia di agenti a fare meglio il loro lavoro. L’annuncio arriva dal ministro dell’Interno Matteo Salvini con un post su Facebook. Oltre a Torino la pistola elettrica verrà sperimentata in altre 11 città italiane: Milano, Napoli, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi. Quella che viene comunemente chiamata taser in realtà non è il nome dell’arma, bensì dell’azienda statunitense che ha brevettato nel 1969 e poi commercializzato  le pistole elettriche.

Si tratta a tutti gli effetti di una piccola rivoluzione. Da tempo sindacati di polizia e singoli agenti chiedevano di poter trovare “una via di mezzo” tra la pistola a proiettili e le nude mani. La pistola insomma potrà essere estratta dalla fondina solo in casi estremi. Anche perché, è cosa nota, se poi si ferma un bandito con l’arma da fuoco il rischio serio è quello di finire indagati e magari processati.

«Dal 5 settembre in 12 città italiane, da Milano fino a Catania, inizierà la sperimentazione del taser, la pistola elettrica non letale che aiuterà migliaia di agenti a fare meglio il loro lavoro – ha scritto su Facebook il ministro dell’Interno -. Per troppo tempo le nostre Forze dell’Ordine sono state abbandonate, è nostro dovere garantire loro i migliori strumenti per poter difendere in modo adeguato il popolo italiano». Salvini si dice, inoltre, orgoglioso del lavoro quotidiano svolto delle forze di polizia e carabinieri.

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close