Asti

Asti ha un nuovo vescovo: è Marco Prastaro, già parroco e vicario episcopale a Torino

ASTI. Papa Francesco ha nominato vescovo della diocesi di Asti don Marco Prastaro, finora parroco della parrocchia di Sant’Ignazio di Loyola, a Torino, vicario episcopale per la medesima città e moderatore della curia arcivescovile. La nomina è avvenuta dopo che il Papa ha accettato la rinuncia del precedente vescovo, monsignor Francesco Ravinale, per raggiunti limiti di età.

Don Marco Prastaro, nato a Pisa nel 1962, è stato ordinato sacerdote nel 1988. Viceparroco alla Collegiata di Carmagnola  nel periodo 1988-1994, quindi ai SS. Pietro e Paolo in Torino sino al 1996 e a Gesù Operaio sino 1998). Dal 1999 ha fatto esperienza come Fidei donum in Kenya presso la Parrocchia di Lodokejek, dal 2007 al 2011 è stato Vicario Generale della diocesi di Maralal (Kenya). È rientrato nella Diocesi di Torino nell’ottobre del 2011. Dal febbraio 2012 è Delegato Arcivescovile per il clero straniero, da settembre 2012 a settembre 2017 Direttore dell’ufficio Missionario e Parroco di S. Ignazio di Loyola in Torino. Dall’ottobre 2016 è vicario episcopale per la città e dal 1° settembre 2017 è moderatore della curia metropolitana.

«La diocesi di Asti – dice l’arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia – è fortunata ad avere un vescovo come Marco Prastaro. Sono certo che ne apprezzerà molto nel qualità umane, sacerdotali e pastorali. Ricordo con gioia e commozione il viaggio che ho fatto con lui e altri sacerdoti diocesani nella parrocchia di Tassia, a Nairobi. Qui ha svolto gli incarichi che gli ho affidato con equilibrio e saggezza. Ma per me, come per tanti sacerdoti, è stato soprattutto un amico con cui ho condiviso tanti momenti importanti della vita del presbiterio diocesano».

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close