Cuneo

Alla scoperta delle opere dell’artista albese Pinot Gallizio

ALBA. Il Centro Studi Beppe Fenoglio, in collaborazione con il Comune di Alba, offre la possibilità di visitare gratuitamente, ogni sabato di aprile e di maggio dalle ore 15.30 alle 18.30, quattro importanti siti culturali del centro storico di Alba che conservano opere dell’artista albese Pinot Gallizio, personaggio di spicco della cultura e dell’arte del Secondo Dopoguerra. Si tratta dello Spazio Gallizio all’interno del Centro Studi Beppe Fenoglio, la sala del Consiglio Comunale, la sala Beppe Fenoglio nel cortile della Maddalena e il Teatro Sociale Giorgio Busca.

Inoltre, per chi vuole approfondire la conoscenza dell’artista albese, alle 16.30 con partenza dal Centro Studi Beppe Fenoglio, viene proposto il tour guidato “Museo diffuso Gallizio”, itinerante e gratuito, alla scoperta delle opere di grande significato artistico di Pinot Gallizio presenti negli spazi prima indicati: “Anticamera della morte” e altre opere, “Il lichene spregiudicato”, “Le fabbriche del vento” e infine “La notte etrusca”. Il “Museo Diffuso Pinot Gallizio” è un’occasione unica e imperdibile per poter osservare, attraverso una piacevole passeggiata nel centro storico albese, alcuni fra i principali lavori custoditi negli spazi più significativi della cultura cittadina.

Per informazioni rivolgersi a:
Centro Studi Beppe Fenoglio: sito www.centrostudibeppefenoglio.it; telefono 0173.364623; email info@centrostudibeppefenoglio.it
Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Alba: telefono 0173.292346; email cultura@comune.alba.cn.it

Tags

Simona Azzinnari

Laureata in Scienze del Turismo, ha collaborato con la redazione web di TorinoGiovani, occupandosi di organizzazione e implementazione di nuovi contenuti e gestione di pagine social. E' appassionata di viaggi, turismo e gastronomia.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close