Cultura & SpettacoliPiemonteTop News

Al via le “Sere d’estate” del FAI: si parte ai castelli di Masino e della Manta

TORINO. Dopo i molti mesi trascorsi in casa e complice la bella stagione, è tanta la voglia di uscire per trascorrere una giornata all’aperto, fino a tarda sera, a contatto con la natura e con l’arte, alla scoperta di luoghi vicini e spesso poco noti che meritano una gita o una breve vacanza. I Beni della Fondazione – tra cui ville, castelli, monasteri, abbazie, torri, ma anche aree naturali, parchi e giardini – sono una meta ideale e, proprio per rendere irripetibile e speciale ogni momento di svago vissuto in questi posti unici, in occasione delle Sere FAI d’Estate ne verrà prolungato l’orario di apertura. Questo permetterà di accogliere più persone, in tutta sicurezza, offrendo loro di proseguire la visita fin dopo il tramonto e di godere così di un’atmosfera particolare, di un tempo lento e di iniziative speciali. Un palinsesto a livello nazionale di circa 300 serate, dal tramonto a mezzanotte, che rispecchia il crescente impegno del FAI nella diffusione di una “cultura della natura”.

Gli appuntamenti al Castello e Parco di Masino

Molti gli eventi previsti in Piemonte. Da domani, giovedì 8 luglio, e in altre numerose date fino al 27 agosto, i visitatori  potranno partecipare ad Aperitivi e visite al buio al Castello e Parco di Masino a Caravino, percorsi straordinari all’interno della millenaria dimora della famiglia Valperga così come doveva apparire prima dell’arrivo dell’elettricità a inizio Novecento. A luci spente e con l’ausilio di torce si potranno scoprire e osservare particolari di affreschi e arredi e dettagli inediti e curiosi del castello. Dalle ore 18 alle 22 si potrà assaporare un aperitivo con cibi e cocktail dal territorio sulla terrazza panoramica, il Balcone del Canavese, con l’indimenticabile affaccio sulle Alpi e sulla Serra Morenica.

Il Castello di Masino con il suo importante Parco

La serata di giovedì 22 luglio, intitolata Breviario spirituale, sarà dedicata alla figura e al pensiero di Piero Martinetti, in un viaggio di sorprendente modernità. Alle ore 18 e alle 20 Maria Cristina Fenoglio Gaddò (Fondazione Piero Martinetti) e Marco Peroni (Pubblico-08), con letture di Claudio Bovo, converseranno sul filosofo e professore all’Università di Milano, che amava definirsi “cittadino europeo nato per caso in Italia” e che, tuttavia, ebbe sempre un legame fortissimo con la terra canavesana: nacque a Pont Canavese e visse a lungo a Spineto di Castellamonte, lontano “dai rumori del mondo”, dopo il rifiuto di prestare giuramento al regime fascista nel 1931.

Visite al buio nel parco, in compagnia di guide naturalistiche, alla scoperta delle stelle e della fauna del parco saranno in programma per Astronomi per una notte, venerdì 6 e sabato 7 agosto: un’occasione unica per scoprire gli uccelli notturni, i chirotteri, i piccoli mammiferi e il fascino di un parco ultracentenario illuminato soltanto da torce. Sulle terrazze panoramiche, aperitivo e osservazione delle stelle lontano dall’inquinamento luminoso della città.

Gli amanti del vino potranno partecipare, giovedì 12, 19 e 27 agosto alle ore 19.30 e alle 21.30, a Territori da gustare, speciali percorsi di degustazionealla scoperta deivitigni del Canavese, il cui principe è l’Erbaluce (dal latino alba lux, “luce bianca”, in riferimento al caratteristico colore dorato dei grappoli al momento della vendemmia). Nella cornice di Masino, dove vigneti e cantine sono attestati già nel Seicento e dove oggi, grazie al FAI, è stato scrupolosamente recuperato il vigneto storico, si potrà conoscere la viticoltura tradizionale locale e la sua storia.

Tra le “chicche” serali estive al Castello di Masino, giovedì 26 agosto alle ore 18.30 e alle 20, Gran Paradiso dal vivopresenterà “La montagna vivente” di Nan Sheperd, uno spettacolo di Lorenza Zambon, con musica dal vivo di Marco Remondini, ispirato all’opera della scrittrice scozzese recensita dal The Guardian come “il libro più bello che sia mai stato scritto sulla natura e il paesaggio”.

Infine, due gli appuntamenti dedicati alla musica: venerdì 23 luglio dalle 18, con Il Mandolino di Beethoven, Raffaele La Ragione e Marco Crosetto presentano l’esecuzione dei sette spartiti per mandolino e clavicembalo del corpus beethoveniano; sabato 28 agosto il castello ospiterà i Solisti Veneti per un nuovo evento di grande musica classica per orchestra.

Gli appuntamenti al Castello della Manta e a Magnano

Le Sere FAI animeranno anche il Castello della Manta (Cn). Venerdì 9, 16, 23, 30 luglio e 6, 13, 20, 27 agosto dalle ore 21.30,la fortezza medievale, incorniciata dalle Alpi Cozie, ospiterà Picnic al tramonto (cestino su prenotazione) per vivere il giardino all’imbrunire, nell’incanto del giorno che volge al termine. Seguirà una visita in notturna delle sale del castello alla luce delle lanterne per ammirare i preziosi affreschi quattrocenteschi e cinquecenteschi. Un’occasione per cogliere sotto un altro punto di vista il fascino del maniero. Nelle notti delle stelle cadenti, da martedì 10 a giovedì 12 agosto, oltre al picnic e all’eccezionale percorso serale, si potrà sostare in giardino con lo sguardo rivolto al cielo, alla ricerca delle meteore note come “lacrime di San Lorenzo”.

L’interno di Villa Flecchia a Magnano, nel Biellese

Anche i visitatori della Collezione Enrico a Villa Flecchia di Magnano (Bi) potranno essere Astronomi per una notte, domenica 8 agosto. Durante l’apertura eccezionale fino alle ore 23, sarà possibile ammirare i dipinti – soffermandosi in particolare sull’operadi Delleani In Montibus Santis, che rappresenta le alture intorno alla villa durante un pellegrinaggio notturno verso Oropa – e poi, nella quiete del parco, in cima alla Serra Morenica, si potranno osservare le stelle cadenti e il panorama notturno.

Per informazioni sugli eventi, giorni e orari di apertura dei Beni, costi e prenotazioni: www.serefai.it

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button