Eventi, Sport & Tempo LiberoTorino

Al Torino arriva il franco-ivoriano Koffi Djidji, Soriano ad un passo dalla firma

TORINO. Il club granata ha ufficializzato l’arrivo dal Nantes del difensore franco-ivoriano Koffi Djidji (nella foto in alto). Acquisizione a titolo temporaneo con opzione di riscatto è la formula scelta dalle due società per il centrale nato a Bagnolet, in Francia, il 30 novembre 1992, già sceso in campo con la maglia del Nantes nella prima giornata del campionato di Ligue1.

«Dopo tanti anni in Francia – sono le prime parole del neogranata – il Toro mi offre la possibilità di venire in Italia e di misurarmi con la Serie A, un campionato molto difficile e competitivo. Per me questo è un grande orgoglio, può essere una tappa fondamentale per la mia carriera e quindi sono molto felice di poterla vivere».

Cresciuto nelle giovanili del Nantes, Djidji ha collezionato 94 presenze realizzando un gol. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, dice che “integra il nostro pacchetto difensivo. In carriera ha dimostrato di poter occupare tutti i ruoli della linea a tre, nel Nantes s’è rivelato un elemento molto affidabile”.

Sempre in tema di mercato,  si attende soltanto l’ufficializzazione del centrocampista Roberto Soriano (in foto), proveniente dal Villareal. Classe 1991, nato in Germania da genitori italiani Soriano è cresciuto nelle giovanili del Bayern Monaco, squadra in cui ha militato dal 2006 al gennaio del 2009. Poi l’approdo in Italia, alla Sampdoria, dove trascorre due stagioni facendo la spola tra Primavera e prima squadra. Nell’estate del 2010 arriva il momento del grande salto nel professionismo, con la maglia dell’Empoli in Serie B: una stagione positiva, con 27 presenze e due reti segnata, che gli vale la conferma alla Samp, nel frattempo retrocessa in SerieB.

In maglia blucerchiata Soriano raccoglie sedici presenze, vincendo i playoff e guadagnandosi la conferma per la stagione successiva. Il primo campionato di Serie A vede il centrocampista in grande crescita, con 24 presenze stagionali. La definitiva consacrazione arriva la stagione successiva, soprattutto dopo l’approdo di Sinisa Mihajlovic sulla panchina blucerchiata: per Soriano arrivano infatti 5 gol in 29 partite. Un ottimo rendimento confermato anche nei due anni seguenti, in cui realizza rispettivmente quattro ed otto reti.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close