Cronache & AttualitàPiemonte

Violenti temporali nella notte: ingenti danni nell’Astigiano, crolla il tetto di una chiesa a Vercelli

Maltempo ad Asti
Ad Asti molti alberi anche del centro sono stati danneggiati

TORINO. Forti temporali, con raffiche di vento e grandine, si sono abbattuti nella notte in diverse aree del Piemonte, con ingenti danni soprattutto nell’Astigiano. Decine le chiamate alla centrale operativa dei vigili del fuoco, che sono ancora al lavoro per allagamenti, rami e alberi caduti, cartelli stradali divelti e tetti scoperchiati.
Ad Asti la zona pedonale del centro è stata invasa dall’acqua e alcuni locali e negozi sono stati allagati. Gravi i danni causati all’agricoltura. Sulla maggior parte della provincia stamane ha smesso di piovere. Le temperature sono scese fino a 10 gradi rispetto ai giorni scorsi.

Danni anche nel Torinese dopo il violento temporale che si è abbattuto nella notte. La forte pioggia ha allagato il pronto soccorso di Chivasso, che è stato chiuso per circa un paio d’ore per consentire ai vigili del fuoco di prosciugare l’acqua. I pazienti sono stati trasferiti nella sala gessi. Numerosi gli interventi effettuati anche in cantine, garage, sottopassi e strade allagate. Le zone più colpite sono state quelle di Chivasso e Orbassano. A Brandizzo  un automobilista è rimasto bloccato con la macchina nel sottopasso di via Torino, solo pochi centimetri d’acqua che gli hanno permesso di uscire facilmente dalla macchina insieme all’amico che viaggiava con lui.

A Vercelli, una parte del tetto della chiesa di Sant’Agnese è crollata per effetto del forte vento che si è abbattuto nella serata di ieri. Ad intervenire, transennando l’area, gli agenti della polizia municipale e i vigili del fuoco, che hanno effettuato un sopralluogo con l’ausilio di una gru. Nessuna tegola, fortunatamente, è caduta sulla strada; quelle crollate all’interno sono state fermate dal sottotetto. Nessun danno alle volte. Ora la chiesa è inagibile e le funzioni religiose sono state spostate ad altra sede.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close