Cultura & SpettacoliCuneo

Jazz internazionale con vista sulle colline UNESCO: dal 29 giugno torna il Roero Music Fest

SANTA VITTORIA D’ALBA. Giunge quest’anno alla sua quinta edizione il Roero Music Fest, la grande festa del jazz internazionale con vista sulle colline UNESCO, frutto della collaborazione fra due sodalizi del territorio di Langhe e Roero: Anforianus e Milleunanota – quest’ultima si è contraddistinta nell’ultimo decennio per aver dato vita a rassegne, festival ed eventi sostenibili da un punto di vista economico e di innovazione artistica, non dimenticando di soddisfare le esigenze del pubblico. Il direttore artistico, Filippo Cosentino, ha affermato che è da sempre convinto che il pubblico «sappia riconoscere una proposta artistica di valore, indipendentemente dalle economie a disposizione, e che nel mondo e in Italia ci siano qualità artistiche elevate da valorizzare e far circuitare».

Filippo Cosentino

Tutti i concerti della rassegna, in programma dal 29 giugno al 7 luglio – con anteprime nazionali, produzioni originali ed ospiti di livello mondiale – saranno ad ingresso gratuito e si terranno alle ore 21 nell’auditorium della Confraternita di San Francesco; in caso di pioggia all’interno della Confraternita. Un evento dal grande entusiasmo: 4 giornate di festival, 9 concerti, 31 musicisti, 4 nazioni coinvolte, 2 presentazioni, 1 produzione originale ed 1 prima nazionale.

Il festival prenderà l’avvio venerdì 29, con l’affermato chitarrista albese Filippo Cosentino (contemporary jazz) che presenterà in anteprima nazionale il nuovo disco “Andromeda”, inciso per la prestigiosa etichetta Nau Records, prima di partire per un tour internazionale di presentazioni che toccherà nelle prossime settimane Hong Kong e Pechino e, in autunno, sarà in tournée passando in alcuni importanti teatri italiani e con numerose date all’estero.

Hyper+

Sabato 30 sarà, invece, doppia serata: a partire da The night of saxophones and drums (contemporary jazz), una formazione originale che vedrà sul palco due batterie: un dialogo inedito accompagnato dal sassofono dell’ottimo musicista Giuseppe di Filippo e dal contrabbasso di Mario Crivello; per poi passare agli Hyper+, dove si esibirà il trio formato da Nicola Fazzini (sax alto), Alessandro Fedrigo (basso elettrico) e Luca Colussi (batteria): una garanzia di qualità e sperimentazione in ambito jazzistico.

William Lenihan

Venerdì 6 luglio sarà la volta del celebre chitarrista americano William Lenihan, noto per il suo lavoro sia nel jazz che nella musica contemporanea, che si esibirà al fianco dell’artista albese Filippo Cosentino per eseguire le più celebri colonne sonore dalla musica italiana “Italian film music & originals”. Questa formazione con il quartetto d’archi è già stata proposta dai due all’Università di St. Louis (Missouri) nell’autunno scorso, quando Cosentino è stato protagonista di una lecture e di un concerto nell’ateneo statunitense.

Alceste Ayroldi

Sabato 7 luglio, a grande richiesta, tornerà sul palco del Roero Music Fest il giornalista e critico musicale Alceste Ayroldi – una delle penne più celebri di Musica Jazz – con una lezione concerto su “Il jazz Visivo – Jazz and Arts together for an unbelievable events of sound and lights”.

Durante le serate saranno presenti punti bar e degustazioni. Per maggiori informazioni e contatti consultare il sito web http://www.roeromusicfest.com oppure le seguenti pagine social: Facebook https://www.facebook.com/roeromusicfest/, Twitter https://twitter.com/roeromusicfest e Instagram https://www.instagram.com/roeromusicfest/.

Tags

Valeria Glaray

Laureata in Servizio Sociale ed iscritta alla sezione B dell’Albo degli Assistenti Sociali della Regione Piemonte. Ha un particolare interesse per gli argomenti relativi alla psicologia motivazionale e per le pratiche terapeutiche di medicina complementare ed alternativa. Amante degli animali e della natura.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close