Economia, Lavoro, IstruzioneTorino

Torino Fashion Week s’illumina di moda internazionale

Torna l’appuntamento che porta in città creativi italiani e stranieri per presentare le proprie capsule collection sulla passerella dell’ex Borsa Valori

TORINO. Si accendono i riflettori sulla Torino Fashion Week, che dal 27 giugno al 3 luglio 2019 trasforma l’ex Borsa Valori di via San Francesco da Paola 28 in un palcoscenico internazionale pronto ad accogliere stilisti emergenti torinesi, italiani e stranieri per presentare le proprie capsule collection. Il talento incontra l’artigianalità e l’avanguardia stilistica ed estetica, per superare ogni confine geografico e trasformarsi in linguaggio globale nell’evento, organizzato da TModa con il patrocinio della Città di Torino, che conferma ancora una volta la sua capacità di attirare e riunire sotto la Mole gli operatori del settore grazie alla collaborazione con enti locali e stranieri per offrire ai fashion designer una vetrina mondiale.

Per la sua quarta edizione la lunga settimana di sfilate guarda ad Oriente accogliendo per la prima volta la Cina. A pochi giorni dalla firma del Memorandum d’intesa che vedrà l’Italia come tappa privilegiata della nuova Via della Seta, i riflettori saranno puntati proprio sul colosso asiatico che sta rapidamente riconvertendo il proprio modello economico da pura sede di produzione a fucina di talenti creativi che ispirano le grandi griffe occidentali, ognuno interpretando a modo suo la tradizione. Ma anche la moda italiana avrà un posto di rilievo, a partire da giovedì 27 giugno con i progetti di tesi degli studenti dell’Istituto Europeo di Design, che propongono una collezione sul tema “new classic, new future”. Lunedì 1 luglio sarà la volta, invece, di fashion designer di spicco come Paola Benedetta Cerruti di Atelier Beaumont, Marta Ippolito di Re-New Bags, Adeylur Fashion, Sonia Riberi, Joel Kouakam di Rockoel, Lorenzo Ferrarotto, Hind Lafram e Giuseppe Fata, considerato il “genio dell’arte sulla testa”, che nella sua carriera vanta collaborazioni eccellenti con grandi case di moda – Yves Saint Laurent, Chanel, Dior, Valentino e Fendi – e divi del cinema.

Le guest star che avranno l’onore di chiudere l’edizione 2019 saranno il poliedrico artista iracheno e torinese d’adozione Hussain Harba, celebre per i suoi “art object” – gioielli, borse, oggetti d’arredamento – dalle incredibili cromie e dai materiali pregiatissimi, e il talentuoso tatuatore 22enne Edwin Basha . Durante la serata conclusiva per la prima volta Vogue Talents conferirà una special mention ai tre creativi che avranno saputo reinterpretare al meglio l’arte tessile in chiave innovativa. Oltre a TModa, a premiare l’originalità stilistica saranno anche i partner Banca di Cherasco, Lexus e Rinascente, che da settembre esporrà una selezione dei migliori brand nello store di Torino in via Lagrange.

Dal 29 giugno all’1 luglio il Palazzo della Luce sarà il palco dell’evento internazionale B2B Torino Fashion Match, una serie di incontri bilaterali e gratuiti per mettere in contatto stilisti, aziende, startup, buyer, agenti e società di e-commerce e facilitare la creazione di partnership commerciali e tecnologiche. E per concludere, le sfilate quest’anno saranno in streaming sul sito www.torinofashionweek.moda/streaming e proiettate nelle vetrine di Rinascente in via Lagrange.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close