Cronache & AttualitàTorino

Scoperto dai carabinieri un kalashnikov: era nascosto in un condominio di Beinasco

BEINASCO.  Un kalashnikov e un fucile sono stati sequestrati dai carabinieri, a Beinasco, nell’area comune di un condominio di via Torino. La scoperta dei militari è avvenuta durante un’operazione di controllo del territorio; le indagini ora proseguono per risalire alla provenienza delle armi. Conservate con cura, gli investigatori ipotizzano che siano state utilizzate per qualche rapina e poi nascoste, in attesa di essere nuovamente utilizzate. Il kalashnikov la cui sigla ufficiale è AK-47 è diventato famoso già negli ultimi decenni del secolo scorso per essere un fucile d’assalto tra i maneggevoli al mondo.

Di produzione russa, ha dalla sua notevoli vantaggi: i principali sono la compattezza e l’adattabilità alla produzione di massa. È semplice da produrre e facile da pulire e mantenere. La sua resistenza e affidabilità sono leggendarie. L’AK-47 fu inizialmente progettato per essere facilmente azionabile e mantenibile anche da personale con pesanti guanti invernali. Il pistone dei gas molto largo, la facile accessibilità ai punti tra le parti mobili, e il particolare design delle munizioni, permettono all’arma di sopportare facilmente l’intrusione di corpi estranei senza per questo andare incontro ad inceppamenti e malfunzionamenti.

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close