Storie piemontesi

Alla scoperta della “Mediateca Folk” e dei segreti della cultura popolare piemontese

TORINO. Lo sapevate che nell’ambito dell’edificio che nel Novecento fu sede dei Bagni Municipali di Borgo San Paolo, a Torino, al civico 8 di via Luserna, ha sede una piccola ma accogliente e fornitissima Mediateca, la Mediateca Folk, che conserva tesori semisconosciuti della cultura popolare e del patrimonio linguistico e musicale piemontese? Si tratta di un presidio culturale di estremo interesse per l’unicità di quanto conserva, e che è curato dall’Associazione Piemonte Cultura, un ente di promozione socio-culturale senza finalità lucrative, con sede in Via Costigliole 2, nel cuore del quartiere San Paolo, che fino agli anni Ottanta del Novecento è rimasto un borgo tipicamente operaio, per l’alta concentrazione di fabbriche, bòite e officine operanti nel comparto automobilistico e metalmeccanico che qui avevano sede, ma che da qualche decennio ha scoperto una vocazione artistica e culturale, e accoglie (spesso in fabbriche dismesse o in edifici che in passato avevano ben diversa destinazione) prestigiosi Poli Culturali, come la Fondazione Sandretto, la Fondazione Merz, la Bibliomediateca Mario Gromo, e – appunto – la Mediateca Folk di Via Luserna 8.

Nell’edificio degli ex Bagni Municipali di Via Luserna, di proprietà del Comune, al confine tra lo storico Borgo San Paolo e la Borgata Cenisia, Piemonte Cultura incentra le sue attività didattiche, ludiche e culturali (legate soprattutto alla musica popolare, alle danze tradizionali occitane e piemontesi e al patrimonio linguistico regionale): qui ha elegantemente ristrutturato e attrezzato i locali un tempo dedicati alla “Lavanderia” trasformandoli in una Sala adatta ai convegni e alle danze, ricavandone anche il piccolo “Teatro delle Officine Folk” e – appunto – la Mediateca, accolta nella Sala intitolata alla ricercatrice “Donatella Cane”.

Ex Libris dedicato alla ricercatrice Donatella Cane Julini (Torino, 1949-2013)

Angelo custode di questo presidio è l’insegnante Maria Teresa Pozzi, che così commenta: “La Mediateca Folk offre preziose opportunità di approfondimento a scuole, studiosi, ricercatori, associazioni e cittadini, interessati a conoscere meglio, a saperne di più, a scoprire le bellezze del nostro territorio, le sue tradizioni folkloristiche, coreutiche e musicali, la lingua piemontese e tutte le lingue regionali minoritarie. Mi auguro che il prezioso patrimonio culturale fin qui raccolto da Piemonte Cultura possa crescere ancora, e che qui possa essere conservato, tutelato, promosso e valorizzato”.

Aggiunge e precisa il prof. Giuseppe Novajra, cantautore e piemontesista, nonché sovrintendente del Fondo Mediateca Folk: “Gli obiettivi del Progetto possono essere così sintetizzati: 1. contribuire alla consapevolezza dell’appartenenza del patrimonio culturale a tutta la comunità; 2. valorizzare tale patrimonio attraverso la conoscenza, la socializzazione e l’aggregazione; 3. suscitare nella cittadinanza il piacere di esplorare l’universo urbano e regionale per scoprirvi le innumerevoli opportunità che esso racchiude”.

Scorcio della Mediateca Folk (Ex Bagni Municipali) Via Luserna 8, Torino

Dell’aggiornamento sistematico degli archivi si occupa invece Sandra Mascarello, appassionata di danze occitane, che ci spiega la modalità di consultazione:  “La consultazione dell’archivio (volumi, dischi, cd, dvd, files musicali, multimediali e altre opere conservate) è possibile previo appuntamento: è gratuita e avviene in loco esclusivamente in forma assistita. Sarà altresì possibile consultare on line il catalogo del materiale raccolto nella mediateca registrandosi sul sito www.piemontecultura.it oppure su www.officinefolk.it; l’ospite, in fase di registrazione e accreditamento, dovrà compilare i campi obbligatori: riceverà così la sua password d’accesso per la consultazione rapida on line del patrimonio culturale raccolto”.

Orari: tutti i martedì e i giovedì per consultazioni e visite guidate su appuntamento dalle ore 9:30 alle ore 12:00.

Contatti: Piemonte Cultura, Via Costigliole, 2 10141 Torino (Piemonte – Italia)
Tel +39 011 0437012 | Cell. 338 6271206 | Fax +39 011 0433113

Contatto di posta elettronica: mediatecafolk@piemontecultura.it | www.piemontecultura.it | www.officinefolk.it | www.mediatecafolk.it

La Sala per i convegni e le lezioni di danze popolari di Piemonte Cultura (Teatro Officine Folk) | Ex Bagni Municipali, Via Luserna 8, Torino

Advertisement

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. L’ultimo suo romanzo, "Lo scudetto revocato” è ispirato al presunto illecito sportivo che portò alla revoca del primo scudetto conquistato sul campo dal FC Torino. Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo le edizioni annuali di “Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Back to top button