Cultura & SpettacoliTorino

Per la mitica band dei Deep Purple una location d’eccezione mercoledì 11: Stupinigi

NICHELINO. La mitica band inglese dei Deep Purple salirà sul palco dello Stupinigi Sonic Park alle ore 21 di mercoledì 11 luglio.  Dopo il successo del tour della scorsa estate e del loro nuovo album “InFinite” uscito lo scorso aprile, i Deep Purple sono pronti a tornare on the road nel 2018. Suoneranno una scaletta composta di brani nuovi e di vecchi successi che li hanno resi i numeri uno dell’hard rock planetario. La band inglese, fra le più influenti in assoluto del panorama rock mondiale, sarà in Italia infatti nel mese di luglio, con due appuntamenti in location affascinanti: l’Arena di Verona il 9 luglio e lo Stupinigi Sonic Park l’11 luglio. I Deep Purple suoneranno una scaletta composta di brani nuovi e di vecchi successi che li hanno resi i numeri uno dell’hard rock planetario.

I Deep Purple sono uno dei gruppi fondamentali dell’hard rock, inferiori forse ai soli Led Zeppelin, rispetto ai quali probabilmente non hanno avuto uguale propensione alla sperimentazione e alla ricerca sonora. Con ciò non si creda che i Deep Purple siano stati del tutto privi di originalità; la loro miscela di fragore e melodie raffinate, abbinata a una eleganza esecutiva indubbia costituisce una novità nell’ambito del rock più ruvido. La loro musica migliore appare come estremamente semplice e fruibile, ma non banale: tuttavia una parte della critica tende a sminuirne il valore, liquidando il gruppo come fautore di dischi troppo corrivi e ordinari. In realtà, nel periodo d’oro del gruppo è evidente la volontà di aprirsi a un ventaglio di sonorità e stili molto ampia; tale qualità costituisce un valore aggiunto che distingue i Deep Purple dalle molte band che in seguito riproporranno aridamente e senza lo stesso gusto alcune loro brillanti soluzioni, contribuendo a banalizzare e impoverire la “scena” hard rock. Queste specificità sono spesso rivendicate dai componenti del gruppo, tanto che Ian Gillan in un’intervista relativamente recente dirà: «Ciò che più mi dispiace è vedere oggi il nostro nome associato esclusivamente all’ambiente metal; noi in realtà ci muovevamo in un campo senza confini precisi, la nostra musica andava dai Black Sabbath a Marc Bolan, e nel mezzo ci mettevamo di tutto».

Biglietti disponibili su www.ticketone.it a partire da  69 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close