Cultura & SpettacoliTorino

Musica, comicità e follia: Arturo Brachetti torna a Le Musichall con “Spikisi”

TORINO. Dal 26 dicembre al 6 gennaio a Le Musichall in corso Palestro 14 debutta Spikisi, lo spettacolo effervescente (feriali ore 21.00 – festivi ore 17.00) ideato da Arturo Brachetti, scritto e diretto da Stefano Genovese. In Spikisi musica, comicità e follia si mescolano perfettamente per 90’ di divertimento garantito. Il nuovo varietà firmato  conduce il pubblico in una festa sfrenata anni ‘30, fatta di satira tagliente e gambe lunghe in calze a rete, eclettici Maestri di Cerimonia e Chanteuse d’altri tempi, parodie contemporanee e seducenti ballerini, comici strampalati, swing, poetiche visioni e sferzanti trasgressioni. Spikisi è un viaggio all’indietro di quasi 100 anni, in un tempo passato che, a guardarsi bene intorno, è molto attuale. Dopo il successo della scorsa stagione, torna a Le Musichall lo spettacolo di intrattenimento eclettico che meglio rappresenta il dna di questo teatro: il varietà. 

Che cosa erano gli speakeasy? Tradotto letteralmente sta per parlar piano, sottovoce. Di fatto erano dei locali clandestini degli anni ’20 in cui la gente andava a bere whisky, cocktail e a far baldoria nell’epoca del Proibizionismo, quando l’alcol era bandito. Erano luoghi nascosti, bisognava sapere dove fosse l’ingresso, conoscere una parola d’ordine da comunicare a un citofono o da una piccola fessura di un’anonima, rispettabilissima porta. Il 16 gennaio del 1920 negli Stati Uniti iniziava ufficialmente il Proibizionismo: al bando tutti gli alcolici. Quella notte, nella sola New York, chiusero circa 15.000 bar. Ma qualcosa non funzionò in quella legge perché nell’arco di qualche mese sorsero ovunque nella stessa New York circa 32.000 speakeasy, tutti gestiti dalla criminalità organizzata che su quella legge fece la propria fortuna. Nel 1933 il Presidente Roosevelt decretò la fine del Proibizionismo: in un colpo solo annientò gli affari della criminalità organizzata, fece impennare le entrate del Governo grazie alle tasse sull’alcol e creò un milione di posti di lavoro nell’industria degli alcolici. Non ultimo, rese l’alcol molto meno interessante per giovani e meno giovani.

Biglietti disponibili su www.lemusichall.com.

Intero platea: 20 euro + 1.50 di prevendita. Ridotto platea: 18 euro + 1.50 di prevendita (over 65, under 12 e convenzionati Abbonamento Musei, Torino+Piemonte card e Torino+Piemonte Contemporary card). Intero balconata: 17  euro + 1.50 di prevendita.Ridotto balconata: 15 euro + 1.50 di prevendita (over 65, under 12 e convenzionati (Abbonamento Musei, Torino+Piemonte card e Torino+Piemonte Contemporary card)

Tags

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close