Economia, Lavoro, IstruzioneTorino

L’antica corniceria Dosio compie 170 anni: tra i suoi clienti Einaudi e Armstrong

TORINO. Compie 170 anni l’antica corniceria Ditta Dosio, che ha avuto tra i suoi clienti esponenti della vecchia aristocrazia piemontese, personaggi illustri della cultura e anche casa Savoia. Qui sono poi passati Colombotto Rosso, Luigi Einaudi, Louis Armstrong. Un compleanno festeggiato nello storico negozio di via XX Settembre 43, un piccolo museo in pieno centro città, anche con un annullo filatelico dedicato all’occasione, a cura di Poste Italiane.

Ditta Dosio nasce nel 1848 a opera di Margherita Dosio vedova, affiancata in seguito dai figli come si evince dalle vecchie guide di Torino dell’Ottocento. Inizialmente commerciava vetri, specchi, campane di vetro, cornici; nei primi anni del novecento si aggiunse la vendita di lampadari, appliques, articoli per regali e dagli Anni Trenta, oltre a incrementare la lavorazione delle cornici come attività prevalente, la ditta iniziò l’offerta di stampe antiche alla sua clientela che è sempre stata costituita dalla vecchia aristocrazia piemontese, inclusa Casa Savoia, da personaggi illustri della cultura e dalle famiglie che hanno fatto e fanno la storia di Torino.

Oggi pomeriggio nei locali dell’antica corniceria si è tenuto, a cura di Poste Italiane, l’annullo filatelico dedicato, mentre un intrattenimento musicale è stato offerto dai maestri Alessandro Curtoni (viola) e Lamberto Curtoni (violoncello) che hanno eseguito brani di Bach, Beethoven, Pleyel e Cassadò.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close