Torino

Il verde pubblico cerca sponsor: l’attenzione di Torino alla forestazione urbana

TORINO. Accadeva già nel 2008: la Città di Torino è alla ricerca di sponsor per il verde pubblico. Quest’anno poi c’è un nuovo progetto da realizzare, nominato “Tree Generation”, che è già stato approvato dalla Giunta Comunale, ed è promosso dall’Assessorato alle Politiche per l’Ambiente e il Verde in collaborazione con il Vivaio Monte San Giorgio di Piossasco.

Il progetto prevede azioni di educazione ambientale nelle scuole e nelle famiglie, attraverso un’attività di semina, coltivazione domestica, accompagnamento, condivisione con la community e collocamento, piantandoli, di alberi, insieme con i cittadini, grazie anche a uno speciale kit, “Growing Pixel Bosco”, realizzato dal Vivaio Monte San Giorgio. Questo al fine di aumentare il verde in città, coinvolgendo i giovani e le loro famiglie nella cura e nell’amore degli alberi. La volontà è quella di prestare attenzione alla forestazione urbana come strumento di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, e nella gestione delle acque piovane.

Le iniziative pubbliche di forestazione urbana partecipata, previste dalla Città di Torino, vedranno, nel giro di un paio d’anni, a seguito dello sviluppo delle piante, l’impianto definitivo, che sarà avvenuto attraverso il coinvolgimento dei residenti.

Torino non è nuova a iniziative a favore della natura. Una di esse, “Regala un albero alla tua città”, ad esempio, promuove la donazione di alberi da parte di cittadini e altri soggetti privati. Versando un importo minimo di 250 euro, si potrà donare un albero tra quelli che normalmente sono presenti nelle aree a verde di Torino, proponendo, inoltre, l’area dove piantare l’albero scelto, scegliendola tra le aree verdi pubbliche comunali, oppure, versando un minimo di 50 euro, sarà possibile contribuire alla raccolta fondi per acquistare alberi per il Vivaio comunale.

Tags

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close