Eventi

Gli italiani presenti alle Olimpiadi invernali

Gli atleti azzurri pronti a farci sognare

Pochi giorni ancora e finalmente assisteremo all’Olimpiade invernale di Pechino, che aprirà i battenti il giorno 4 febbraio con la cerimonia inaugurale. L’Italia ha recentemente diramato la sua lista convocati che prevede un totale di 118 atleti azzurri, suddivisi in 46 donne e 72 uomini, che non vedono l’ora di dare il massimo per salire sul podio. La concorrenza come si sa è agguerrita, ma tra le nostre fila ci sono campioni – che tra poco menzioneremo – che siamo certi sapranno regalarci importanti soddisfazioni. Ricordiamo che ai Giochi olimpici invernali di Pyeongchang l’Italia ha conquistato 10 medaglie; l’obiettivo dichiarato è di fare meglio rispetto al 2018. A breve sapremo se riusciremo o meno in quest’impresa; nel frattempo andiamo a vedere i protagonisti così attesi e da cui ci aspettiamo tanto.

Da Sofia Goggia passando per Arianna Fontana

Tra i 118 convocati per le olimpiadi invernali ci sono atleti pronti a scrivere importanti pagine sportive, tra cui la vincitrice della Coppa del Mondo di discesa libera del 2018 e del 2021 Sofia Goggia, alle prese con l’ennesimo infortunio che speriamo possa superare. Non solo, oltre a lei ecco la medaglia d’oro dei Campionati mondiali di Åre 2019 Dominik Paris, su cui riponiamo grandi speranze,e infine gli slalomisti Razzoli e Vinatzer, che a Pechino potrebbero fare molto bene. Ovviamente non possiamo nonmenzionare ancheFederica Brignone per quanto riguarda la combinata slalom e Super G. Passando ora dallo sci allo snowboard, ecco spiccare Michela Moioli, portabandiera italiana che vuole difendere il titolo di campionessa olimpica, e Omar Visintin, tra gli uomini una garanzia. Peccato per il forfait di Aaron March, atleta che ha recentemente conquistato la Coppa del Mondo di parallelo nel 2021 e che quasi sicuramente avrebbe lottato per l’oro. Per quanto riguarda invece il freestyle noi puntiamo tutto sull’”infinita”Silvia Bertagna, veterana in quanto a trionfi; quello più bello a nostro avviso rimane ancora oggiil Big Air del 2 dicembre 2016. Sono passati da allora quasi 6 anni, è vero, eppure sembra ieri quando esultava per questa storica vittoria. Chi non è un veterano ma sta già emergendo è il freestyler Leonardo Donaggio, 18enne che rappresenta il futuro di questa bellissima disciplina. La sua crescita nell’ultimo anno è stata esponenziale; dunque già a partire da questa Olimpiade potrebbe stupire tutti noi italiani, pronti a fare il tifo per lui (e non solo pure) direttamente dai televisori di casa. Non ci siamo dimenticati di lei, ovviamente: Arianna Fontana è la nostra speranza azzurra per quanto riguarda lo short track. Alla sua 5a Olimpiade, sappiamo, avendolo letto da più parti, che è “carica come non mai”. E non stentiamo a crederlo.

Pattinaggio figura: alcuni nomi da segnare sul taccuino

(Photo by PIxabay)

Oltre allo short track c’è anche il pattinaggio figura da seguire con estrema attenzione. Occhi puntati in particolare sulle coppie Nicole Della Monica-Matteo Guarise e Charlene Guignard-Marco Fabbri. Da loro ci aspettiamo un exploit, non solo perché sono ben affiatate e assortite ma anche perché sanno come affrontare al meglio un impegno così bello e delicato come è l’Olimpiade invernale di Pechino. Infine non perdetevi le performance del giovanissimo Daniel Grassl, 19enne stella nascente del pattinaggio artistico su ghiaccio italiano, che può vantare una medaglia d’argento appena conquistata.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button