MusicaTorino

Flowers Festival: Ex-Otago e i Viito al Parco della Certosa

COLLEGNO. Ad animare la serata di oggi (mercoledì 3) sul palco del Parco della Certosa Reale saranno gli Ex-Otago e i Viito. Appuntamento alle ore 21.

Considerata una delle rivelazioni della nuova scena musicale italiana, nel 2019 la band genovese Ex-Otago si è fatta conoscere al grande pubblico grazie alla partecipazione al sessantanovesimo Festival di Sanremo con il brano “Solo una canzone”. A seguito di quest’esperienza, è uscito il nuovo progetto discografico “Corochinato” che contiene, oltre al brano sanremese, i successi “Tutto bene” e “Questa notte”. Un legame indissolubile lega gli Ex-Otago alla loro città, Genova. Il titolo stesso dell’album è un omaggio al capoluogo ligure: “Corochinato” è infatti un particolare aperitivo che viene servito nei baretti del centro e della periferia genovesi e che rappresenta la gente comune e semplice a cui la band appartiene e si rivolge con la sua musica. Anche in “Marassi”, il precedente album uscito nel 2016, gli Ex-Otago raccontano la loro città. Il titolo si riferisce a un quartiere di periferia di Genova, sempre fuori dai riflettori, ma estremamente rappresentativo e simbolico.

Ex-Otago

Oltre a “Corochinato”, “Marassi” e le decine di sold out nei palchi più importanti d’Italia e collaborazioni importanti, gli Ex-Otago, hanno all’attivo altri quattro album usciti tra il 2002 e il 2014: “The Chestnuts Time”, “Tanti saluti”, “Mezze Stagioni” e “In capo al mondo”. La band è composta da; Maurizio Carucci (voce, tastiere e cori), Francesco Bacci (chitarra elettrica, basso e cori), Simone Bertuccini (chitarra acustica e basso), Olmo Martellacci (tastiere e basso) e Rachid Bouchabla (batteria e percussioni).

Viito

I Viito cantano l’amore e la quotidianità, all’epoca dei social network, dei giovani millennials e generazione z, con un linguaggio semplice, immediato e contemporaneo. Giuseppe e Vito, due ragazzi romani di adozione, si sono conosciuti grazie alla loro convivenza da studenti fuori sede durante la quale hanno scritto diverse canzoni. Dopo aver firmato i singoli “Bella come Roma”, “Industria Porno”, “Una festa”, “Compro oro”, con oltre dieci milioni di stream su Spotify, nell’estate del 2018 i Viito partono con il tour fra i festival italiani. A settembre, pubblicano il loro primo album dal titolo “Troppo forte” e cominciano una serie di concerti che li hanno visti live, tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, nei principali club italiani, registrando un importante successo di pubblico.

Biglietti disponibili su www.ticketone.it.

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close