Cultura & SpettacoliTorino

Festival della musica, a Torino il tempo si ferma nel segno del “carpe diem”

TORINO. Anche quest’anno a Torino dal 20 al 24 giugno, presso il Quadrilatero Romano, avrà luogo la kermesse del Festival della Musica, dove si potranno ascoltare gratuitamente tendenze musicali di ogni genere, stile e tradizione, con l’intento di diffondere la pratica dell’arte della musica.  Il progetto nasce nel 2012 da un’idea dell’ Associazione Culturale Mercanti di Note i quali si sono adeguati al pensiero del fautore della festa: il francese Joel Cohen, al quale nel 1976 balenò l’idea di  festeggiare “avec tout le monde”  l’esplosione dell’estate  con una festa tutta musicale.

Attraverso questa festa  la musica omaggia la natura ed il tempo si  ferma. Infatti la tematica che fa da sfondo alla kermesse dell’edizione di quest’anno è il tempo: quello dei ricordi del passato, quello della magia del futuro o quello che coglie l’attimo, carpe diem, ed è nel vivere l’istante, il momento che il tempo si ferma e regala le sue lancetta alla musica che ci incanta.  I partner dell’evento sono l’associazione Mercanti di Note, che si occupa di fare import/export della musica, ovvero di importare ciò che coglie nel mondo e di esportare ciò che rende più fieri della produzione musicale autoctona e  la Città di Torino, in collaborazione con Bonomo Events.  Il Main Partenr è Pepe Jeans London ed altri 9 partner tecnici tra cui Lauretana, Live Piemonte dal Vivo, Foodora. I media Partners sono: Oraigopress, Festa della Musica, Ministero dei  beni e delle attività culturali e del turismo, SIAE, Indiogenefest, MAO, Gobim.

Per partecipare all’evento come parte attiva ci si può iscrivere nella categoria musicista o volontario o dj o scuola musica o flash mob orchestrale.  Presso il punto Music Pass, in Pizza Palazzo di Città e Piazza Castello sarà possibile prenotare una lezione  dello strumento musicale che si è sempre sognato suonare alla cifra modica di un euro, presso una delle scuole o delle accademia che vi saranno indicate al punto informativo, le quali vi contatteranno dopo l’estate per la lezione musicale. Il programma è variegato, interculturale, intersettoriale insomma  uno shaker musicale a tutti i livelli per tutti i gusti:  http://www.festadellamusicatorino.it/wp-content/uploads/2018/06/festadellamusica_2018_web.pdf

La giornata inaugurale del 20 giugno si terrà  a Palazzo Cavour di Torino in Via Cavour, 8. Alle 21:00 ci sarà il concerto jazz  e swing “The Fabolous Clochard”.

La serata del 21 giugno si aprirà con un flash mob orchestrale in Piazza Palazzo di Città, dove per la prima volta centinaia di musicisti insieme suoneranno delle composizioni musicali guidati dal maestro Antonio Zizzamia.  Venerdì 22  giugno dalle 20.00 alle 24.00 ci sarà l’Anteprima della festa della musica, con esibizione musicali, circensi, danzanti e teatrali. Sabato 23 giugno, a partire dalle 23 e sino a domenica mattina alle 4 ci sarà uno spin-off dedicato alla Festival della Musica elettronica, organizzato da WE Play We Music We Love e da Festa della Musica di Torino, location T.B.A. Suoneranno i resident djs  Rills, Marcelo Tag, Mattia Mettiu Corrado,  Andrea Murru.

Tags

Maria Antonietta Maviglia

E' laureata al Dams dell'Università degli Studi di Torino, indirizzo teatro, con tesi su Paolo Rossi e le sue storie per un delirio organizzato, realizzata in collaborazione con l'attore. Iscritta all'ordine dei giornalisti pubblicisti di Torino, è amante dell'arte della musica e del teatro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close