Torino

Come imprigionati in una tela di ragno, tra suspense e ironia

TORINO. Da martedì 17 aprile fino a domenica 22 aprile  andranno in scena al teatro Gioiello di Torino alle ore 21 le repliche di La tela del ragno di Agatha Christie. «Se leggi “La mia vita”  di Agatha Christie – ci dice Piero Nuti, regista dell’opera teatrale -, incontrerai una bambina che molto precocemente sa sviluppare la propria fantasia: ed ecco che, anni dopo, l’autrice fa nascere il personaggio di Clarissa, la protagonista de “La tela del ragno”. Questo personaggio dice sempre “supponiamo che” e subito si riversano sullo spettatore tantissime ipotesi, fantasie o bugie… tra le quali indubbiamente si nasconde la verità, ma dove? Nascosta dall’ironia che sempre pervade la produzione di questa straordinaria scrittrice e che ci fa passare ore indimenticabili mettendo in moto le nostre cellule grigie».

In “La tela del ragno” la regina del giallo, divertita e divertente, gioca con tutti gli ingredienti che sono tipici del suo stile e mette il suo genio al servizio della rocambolesca alternanza di verità e menzogna. Clarissa Hailsham-Brown è una giovane donna con una fervida immaginazione. Una notte, poco prima di ricevere a casa un importante uomo politico ospite del marito, trova nel salotto di casa il cadavere del nuovo compagno della ex moglie del marito, con il quale, poco prima, aveva avuto un acceso diverbio. È l’inizio di una notte ricca di colpi di scena…

Biglietti posto unico al costo di euro 24,75.  Per info www.ticketone.it

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close